Inter

Inter, contro il Bayern il migliore è stato…

Inter, il migliore contro il Bayern è stato Joao Mario

Nella vittoria odierna contro il Bayern Monaco, la squadra di Spalletti ha brillato. La compagine ha espresso al meglio il credo del tecnico. Si è dimostrata corta, attenta e concentrata dall’inizio alla fine. Eder, con una doppietta, ha fatto l’Icardi; Kondogbia e Borja Valero hanno giocato alla grande e la difesa non ha fatto impensierire più di tanto Handanovic. C’è un giocatore, però, che ha fatto la differenza e che si sta guadagnando la piena fiducia dell’allenatore. Si tratta di Joao Mario. Il portoghese, dopo 90 minuti di buon livello contro il Lione, si è ripetuto contro i Campioni di Germania.

Il numero 10 della Nazionale lusitana e, da quest’anno, anche dell’Inter, sta mettendo in mostra tutto il suo talento. Oltre alla sua enorme classe, l’ex Sporting Lisbona, a differenza dell’anno scorso, è più intraprendente (più volte si è preso la squadra sulle spalle). Joao non è solo tecnica, ma anche corsa e sacrificio. In diverse occasioni, lo stesso giocatore veniva criticato per lo scarso rendimento in fase difensiva. Il trequartista, campione d’Europa in carica, ha messo tutti a tacere e lo ha fatto con una serie di ottime prestazioni.

Ora da lui ci si aspetta continuità. Spalletti lo sta forgiando nel migliore dei modi. Al secondo anno di Serie A, il lusitano dovrà essere uno dei fari della nuova Inter, uno dei punti di riferimento. L’ex tecnico della Roma, sin dall’inizio, sapeva di avere tra le mani un giocatore molto forte. Ora starà a lui allenarlo per farlo diventare uno dei migliori nel suo ruolo in Europa.

Back to top button