in

Inter Milan, per molti dei protagonisti un derby “a parti invertite..”

Inter Milan, curiosità su alcuni calciatori delle due squadre

Inter Milan, da una curiosità pubblicata dal noto giornalista sportivo Gianluca Di Marzio, andiamo a vedere chi sono questi calciatori.

Jack Bonaventura

Il Jack rossonero fu ad un passo, o meglio, ad un centimetro dall’Inter giusto qualche minuto prima di firmare per i rossoneri. 1 settembre 2014, ultimo giorno di calciomercato: “La situazione è stata surreale: ero venuto a Milano per firmare con l’Inter ma loro dovevano cedere un giocatore, cessione che poi non si è concretizzata – dichiarò proprio Bonaventura qualche tempo dopo -. Ho aspettato tutta la giornata, poi in serata è arrivata la telefonata di Galliani; è sicuramente stato il momento più emozionante della mia carriera. Dopo anni di sacrifici in provincia, è arrivata questa grande soddisfazione, al momento della firma mi sono emozionato molto. Una chiamata di una società importante come il Milan non poteva essere rifiutata”.

Patrick Cutrone

E pensare che anche il baby prodigio dell’Academy rossonera sarebbe potuto sbocciare in nerazzurro. Nel 2007 infatti, prima di finire al Milan, “c’era stato un provino con l’Inter, era andato anche bene – ha rivelato il papà, Pasquale -. Poi non li ho più sentiti e siamo andati a farne un altro con il Milan. Per lui è stato il massimo, anche perché è milanista. È piaciuto subito a Bianchessi, c’è stata una stretta di mano da signori vecchio stampo. Più che la firma, è bastata quella”.
Gianluigi Donnarumma – Estate 2013, il passaggio di ‘Gigio’ appena quattordicenne dal Club Napoli all’Inter era ormai cosa fatta. “Definimmo il suo passaggio all’Inter con il responsabile del vivaio Samaden che venne a Castellammare per parlare con il sottoscritto e il papà pur di far scegliere i colori nerazzurri al ragazzo – parola di Ciro Amore, Presidente della Scuola Calcio dove Donnarumma ha mosso i primi passi -. Andammo a Milano con i genitori per cinque giorni, Donnarumma fu anche iscritto a scuola lì: era davvero fatta. Quando siamo tornati a Castellammare, però, il Milan si mostrò più concreto perché il cugino di Mino Raiola, Enzo, disse a Galliani che non poteva perdere questa occasione. Così, in poche ore, Gigione è diventato rossonero”.

Lucas Biglia

Il centrocampista argentino fu più volte vicino a vestire nerazzurro. Prima ai tempi dell’Anderlecht (dal 2013 al 2017, ndr) quando ricevette una proposta dal club nerazzurro che lo corteggiò insieme al Real Madrid dietro precisa richiesta dell’allora allenatore Andrea Stramaccioni. Non se ne fece nulla e così Biglia iniziò la sua esperienza italiana con la maglia della Lazio. Poi, proprio ai tempi della Lazio, nel 2015, l’Inter lo trattò ma i numerosi problemi fisici di Biglia non convinsero mai la dirigenza nerazzurra a sferrare l’attacco finale. E così recentemente Biglia è diventato rossonero.

Andrè Silva, Rodriguez e Calhanoglu

Ecco i corteggiatissimi del Massimo Mirabelli fin da quando ricopriva il ruolo di capo degli osservatori dell’Inter. Sogni nel cassetto diventati realtà però non appena ricoperto il ruolo di ds in estate. Non dell’Inter, ma del Milan: piccolo dettaglio.

Yuto Nagatomo

Gennaio 2011, voci di corridoio parlano di un Milan che ci provò sul serio per Nagatomo prima che il giapponese finisse all’Inter. Galliani ci pensò ma la trattativa non decollò mai, con l’Inter che successivamente fu abile a portare a compimento l’affare.

Roberto Gagliardini

Questione di chiamate. A rivelare il retroscena sul ‘Gaglia’ è il patron dell’Atalanta, Percassi, lo scorso febbraio: “Berlusconi mi chiamò per chiedermi di tenere bloccati sia Caldara sia Gagliardini. Io gli dissi: ‘Sì, ma fai in fretta’. Poi però quando si è reso conto di non poter chiudere l’operazione si è fatto da parte”. Col Milan così fuori dai giochi, l’11 gennaio l’Inter chiuse la trattativa portando ad Appiano il centrocampista classe ’94 scuola Atalanta.

Antonio Candreva

Nuovo giro, altra chiamata. Questa volta nell’estate 2016, non da parte di Berlusconi ma di Galliani. L’ex ad rossonero telefonò all’amico Claudio Lotito per ricordargli come i rossoneri vantassero una ‘corsia preferenziale’ nella trattativa per Candreva, ottenuta l’estate prima con il prestito gratuito di Matri alla Lazio. Al termine dell’estate 2016 invece Candreva passò all’Inter.

Questi sono solo alcuni. Tra gli altri abbiamo pure i vari Donnarumma, Brozovic, Valero, Suso, Locatelli e Bonucci.

(FONTE: gianlucadimarzio.com)

Verso Inter Milan, ecco i probabili 22 che scenderanno in campo

Spalletti Inter: “Vincere per morale e punteggio. Mirabelli…