in

Icardi: “Vi dico cosa ne penso del rapporto con gli ultras della Nord”

Le parole di Icardi a “Undici”

Il capitano nerazzurro Mauro Icardi, in un’intervista concessa a Fabrizio Biasin e pubblicata sulla rivista “Undici”, ha parlato pure della Nord.

Ecco cosa ha detto sulla fascia da capitano

«Vedi, essere il capitano dell’Inter per me non è difficile, ho la personalità per farlo tranquillamente. Sono qui da 5 anni anche se… non sembra. Fare gol per me è importante, se non faccio gol torno a casa arrabbiato, lei lo sa», dice guardando Wanda, «ma essere il capitano dell’Inter è la mia… como se dice… missione. E io sono orgoglioso di tutto questo. E soprattutto interista: io sono interista».

Giocare per la squadra

“Tu ti riferisci al mio modo di giocare, no? Beh, se fa bene alla squadra e all’Inter io cambio volentieri. L’altro giorno (gol “salvato” dopo una rincorsa di 60 metri in Inter-Genoa, ndr) ero contento per il mio recupero, era come se avessi fatto un gol. Sì, ecco, se fa bene per la squadra io sono contento”.

“Tifo Inter da piccolo”

«L’ho già detto tanto tempo fa. Io sono interista da quando ero piccolo perché giocavo alla Play Station e prendevo sempre l’Inter, sempre. Avevo il mio migliore amico e giocavamo. Sceglievo l’Inter perché c’era Adriano davanti che mi piaceva tanto. Ero bambino ed ero già interista».

Sul suo famoso accostamento al Napoli che ha scaturito la “lite” con la Nord

«Queste sono cose che parla il mio procuratore con la società. È successo un po’ un casino l’anno scorso per queste cose di mercato, ma io sono sempre stato tranquillo. Ho sempre dato tutto per l’Inter. Ero in ritiro, ero in America, mi ricordo, parlavo tanto con Mancini e gli dicevo “io sono sereno”».

Queste le parole di Mauro Icardi.

(Fonte: FC Inter 1908)

Inter Spalletti, il calciatore è la vera rivelazione nerazzurra

Inter Zhang,positiva l’assemblea nerazzurra e che ambizioni!