Inter

Di Marzio.com, F. Giampaolo: “Può diventare molto più forte di Verratti…”

Giampaolo si esprime così sul giovane calciatore

Federico Giampaolo, allenatore e fratello del più famoso Marco allenatore della Samp, parla così del giovane talento che allenato al suo sbarco in Italia.

Giovanissimo uruguaiano

Nel 2013 la primavera del Pescara acquista un giovanissimo e talentuosissimo uruguaiano, Lucas Torreira.

Ecco il ricordo di Giampaolo: “Era il 2013, allenavo la Primavera del Pescara. Il transfer di Lucas sembrava non arrivare mai, ma lui aveva iniziato ad allenarsi con noi…Personalità da vendere, buonissima tecnica. Bravo in tutte e due le fasi, mentalmente fortissimo. Di un’umiltà straordinaria, anche un po’ timido, ma era normale: Lucas arrivava dall’altra parte del mondo, non capiva nemmeno la nostra lingua”.

Idee chiare

Lucas dimostra però di avere già le idee chiare: “Arrivato giovanissimo. Diciassette anni appena, ma aveva già benissimo in mente dove voleva arrivare, Un ‘piccoletto’, col suo Mate sempre al seguito. E all’inizio un po’ tutti ci siamo chiesti se la sua statura – 167cm di intelligenza pura – potesse rappresentare un problema. Rispetto ai ragazzi della sua età era due passi avanti, soprattutto a livello di testa. Aveva un carisma e una personalità fuori dal comune per la sua età: aveva già in testa l’obiettivo da raggiungere, quello di arrivare a fare il calciatore professionista”.

Il ruolo

Al suo arrivo in Italia Torreira non era un regista: “Torreira in Italia è arrivato che era una seconda punta, in Uruguay giocava così: ottima tecnica, grande dribbling. Quel ruolo aveva dimostrato di poterlo fare bene. Marco era venuto a vedere una partita della Primavera a Pescara e mi disse: “Ma chi è quel ragazzino? È bravo tecnicamente, sa giocare. Da play è migliorato tantissimo, vede prima la giocata, fa tutte e due le fasi e per il ruolo che ricopre è fondamentale. Lo trovi sempre al posto giusto nel momento giusto, tatticamente è intelligentissimo”.

Paragoni

Il mister lo paragona ad un grande centrocampista: ” Il paragone con Verratti? Secondo me può diventare anche più forte, la squadra si vede che si appoggia a lui, è ormai un punto di riferimento. È un giocatore completo e sinceramente in Italia ce ne sono pochi. Dove può migliorare? È un giocatore al quale se dai degli input, delle nozioni nuove, lui le incamera e le fa sue, le migliora. Per la sua età sta facendo passi da gigante, può migliorare sull’esperienza di una partita, sul capire durante la gara come comportarsi, più una qualità di esperienza che di questione tecnica”.

In una parola

Giampaolo conclude: “Lucas in una parola? Superlativo, perché io me li ricordo i dubbi sulla sua fisicità degli addetti ai lavori: “la B non la regge, l’impatto con la A è un’altra cosa”. In entrambe i casi, ha dimostrato di poterci stare alla grande, diventando un giocatore fondamentale. La sua vera forza? La testa. Ha fame, è uno che vuole arrivare, ha un obiettivo da raggiungere e ci sta riuscendo”.

(Fonte: gianlucadimarzio.com)

Back to top button