Inter

Inter News, parla Domenech e fa il punto su due obiettivi

Inter ascolta le parole dell’ ex C.T

L’Inter ascolta le parole di Raymond Domenech, che si è concesso ai microfoni di Calciomercato per parlare di vari temi molto attuali. Arriva la valutazione sui due calciatori Diop e Bissouma e queste sono le parole:

La Ligue 1 è in continuo cambiamento, merito o “colpa” del Paris Saint Germain protagonista in estate di una campagna acquisti faraonica…
“La Ligue 1 è un campionato che sta cambiando da tempo ormai. Da quando il Qatar è arrivato nel Paris Saint Germain. Era già una squadra forte, che aveva vinto 3 campionati di fila prima del successo del Monaco e ora con l’arrivo di Neymar e Mbappè ha fatto un ulteriore passo in avanti. Vogliono dominare in Europa e stanno cercando di fare quel passo in più che gli è mancato finora. Se possono vincere la Champions League? Vogliono farlo, sicuramente, ma non sono l’unico club attrezzato per farlo”.

E’ stato l’ultimo allenatore di Zinedine Zidane che di Champions ne ha vinte due di fila. Ora il suo Real sta attraversando un periodo di difficoltà. Cos’è successo? Ed è ancora il miglior allenatore al mondo (lo dichiarò soltanto a maggio prima della finale di Champions vinta a Cardiff ndr.)?
“Zidane è sicuramente uno dei migliori allenatori al mondo. Allenerà sempre e soltanto top club, non scenderà mai di livello dopo quanto fatto negli ultimi due anni. Il Real Madrid sta sicuramente facendo fatica per colpa di qualche infortunio e per il fatto che ha cambiato qualche giocatore importante, ma essere al top oggi non è fondamentale, lo è esserlo a Marzo-Aprile. L’obiettivo per Zidane è ancora la Champions League”.

Tornando in Francia il caso Evra e il calcio rifilato ad uno dei suoi tifosi durante il match di Europa Leauge contro il Vitoria Guimaraes sta facendo molto rumore…
“Sì, la situazione non è semplice da descrivere perchè comunque stiamo parlando di un evento che non dovrebbe verificarsi in un campo da calcio. Per me però il problema non è Evra e la sua reazione, bensì i tifosi del Marsiglia, ma non solo. Anche nell’ultima sfida fra Saint Etienne e Lione abbiamo visto come sia fin troppo facile per questi tifosi arrivare al campo da gara. Non va bene e penso che per Evra sia stato ancora più difficile dato che gli insulti sono arrivati dai propri tifosi. Se rimarrà a Marsiglia? Non posso saperlo, non mi metto nei panni del presidente del club”.

La Ligue1 è un campionato in cui i club di Serie cercando sempre più talenti da portare in Italia. L’Inter ha preso Karamoh, ma sta seguendo anche Issa Diop del Tolosa, che piace anche alla Juventus, e Yves Bissouma del Lille. Sono pronti per la Serie A?
“Sono sicuramente due talenti molto forti, stanno facendo bene in Francia, ma per me non sono ancora due top player. Sono forti, senza dubbio, ma per giocare in Serie A serve avere una personalità e una mentalità molto forte. Un esempio lampante è Mario Lemina, che è un ottimo giocatore, ma che arrivato alla Juventus non è riuscito a ritagliarsi un suo spazio. Karamoh? Aspettiamo di vederlo in campo”.

Back to top button