Inter

Fassone, adesso il Milan trema. La UEFA rifiuta le garanzie del…

Fassone, altri problemi col FFP

Secondo quanto scritto sulle pagine del Corriere dello Sport, la UEFA avrebbe rifiutato la richiesta del DS del Milan Marco Fassone.

Tale richiesta era quella di “voluntary agreement”. Infatti, secondo la UEFA, le garanzie presentate dai dirgenti milanisti non sarebbero chiare per il passaggio da Fininvest alla società cinese Rossoneri Sport Investment Lux per 740 milioni di euro. Inoltre, a questa cifra, si aggiungono i 228 milioni di euro spesi sul mercato dai DS milanisti. Tali operazioni, continua il CdS, non sarebbero compatibili con le norme del FFP. Intanto, la società rossonera, nel primo bilancio semestrale ha registrato una perdita di 32 milioni di euro.

(Fonti: FC Inter News, CdS).

Back to top button