TS – Inter e Milan si sfidano per l’attaccante: di chi si tratta

Derby Milanese per Politano e il Napoli fissa il prezzo a 28 milioni

Il Napoli ha fissato il prezzo a gennaio per Politano, (28 milioni più uno di bonus) ora è Derby tra Milan ed Inter per aggiudicarsi il giocatore.

Il Milan, che rischia seriamente di perdere Suso, ha messo in agenda il suo nome insieme a quello di José Maria Callejon.

L’Inter invece cerca un giocatore che possa alternarsi a Candreva e Perisic in una stagione dove – nelle speranze di Suning – i nerazzurri dovranno convivere sul doppio fronte campionato-Champions.

TRATTATIVE NERO AZZURRE – Politano risponde in pieno dall’identikit tracciato da Luciano Spalletti con Ausilio e Gardini. All’Inter occorrono infatti giocatori “pronti” e l’esterno del Sassuolo, in una stagione che per lui è stata una centrifuga, ha saputo essere decisivo sempre contro le grandi, come provano i gol segnati a Juve, Napoli ed, è storia recente, Milan. Spalletti, a corredo, vuole garantirsi un altro attaccante che possa portare in dote un buon numero di gol mentre Ausilio – che deve convivere anche con lo stress dato dalla necessità di operare in regime di fair play finanziario – ha la necessità di trovare sponda con qualche club “amico” e, in tal senel con il Sassuolo può essere completata un’operazione del tutto simile a quella che un’estate fa aveva portato Milan Skriniar a vestire nerazzurro.

Chiave di quell’affare con la Samp fu Gianluca Caprari, mentre stavolta tutti gli indizi portano a Andrea Pinamonti che, insieme a Federico Valietti era già stato venduto al Sassuolo nell’ultimo giorno del mercato di gennaio grazie a un blitz a Palazzo Saras di Carnevali.

Pinamonti – è storia – disse no e l’affare, anche per mancanza di tempo, si risolse in un fuoco fatuo anche perché il Sassuolo era anche “distratto” dal pressing del Napoli su Politano.

Quell’accordo di fine mercato sarà architrave per il tentativo di golpe nerazzurro su Politano. A fare giurisprudenza c’è pure il prezzo a cui Squinzi aveva accettato di vendere Politano, vale a dire 28 milioni (più 1 di bonus).

L’Inter sa di dover arrivare a quella cifra però può partire dai 10 con cui erano stati valutati i cartellini di Pinamonti e Valietti. Cessioni che, effettuate entro il 30 giugno, generebbero un’ottima plusvalenza a bilancio come accaduto un’estate fa con Caprari.

TRATTATIVE ROSSO NERE – Il Milan che, nel caso in cui ottenga il settlement agreement dovrebbe prima pensare a vendere i big (Donnarumma e Suso su tutti) e, solo in un secondo tempo, operare sul mercato. Callejon è il preferito di Gattuso e, avendo nel contratto una clausola da 20 milioni, è anche più facilmente avvicinabile da un Milan che non sembra oggi avere tra i propri canterani contropartite gradite al Sassuolo.

Difficile piuttosto che possa tornare in auge l’interessamento del Napoli anche a prescindere dal futuro di Sarri: in tal senso le parole pronunciate da Aurelio De Laurentiis alla fine del mercato sembrano scolpite nel marmo: ” Con Politano è stato un po’ come giocare a poker: dopo aver passato tante mani ti senti in dovere di puntare qualche cosa. Io, però, alla fine mi ero stancato e, per non dare alibi a nessuno, ho deciso di buttare questi soldi. ”

Chiudi il menu