Zanetti descrive il momento dell’Inter: “Vogliamo la Champions. Le partite come quella di ieri…”

Le parole dell’ex capitano

Attuale vicepresidente neroazzurro, nessun tifoso ha però dimenticato cosa in passato è stato Javier Zanetti, riconosciuto da sempre come un esempio di sportività e umanità. Arrivato all’Inter dal Banfield, coccolato dall’ex presidente Massimo Moratti, è stato protagoniste di tantissimi anni di vittorie della squadra neroazzurra.

Era proprio lui infatti ad indossare la fascia di capitano, in quella magica notte di Madrid del 22 Maggio 2010. L’Inter, dopo 45 anni, vince la sua terza Champions League contro il Bayern Monaco.

I momenti così mancano ai tifosi neroazzurri e Javier lo sa. Perchè probabilmente mancano anche a lui. Ed ecco che quindi prova a motivare ancor di più la squadra, rilasciando alcune parole in merito ad Inter TV:

“Ieri contro il Cagliari abbiamo assistito a una prestazione importante, che ha portato a una vittoria importante. È da qualche tempo che la squadra offre ottime prove. I ragazzi stanno dimostrando di tenere tantissimo all’obiettivo Champions. La partita contro il Chievo non sarà facile, nessun match del campionato italiano lo è. Dovremo prepararci al meglio, come sanno fare mister Spalletti e il suo staff. Mancano poche partite e abbiamo un obiettivo da raggiungere. Ogni risultato diventa fondamentale, ma se il gruppo continuerà su questa strada ci saranno ottimi presupposti per ottenere altri tre punti.”

L’iniziativa Inter Forever e l’International Champions Cup

Altri temi, discussi da Zanetti, come Inter Forever e l’International Champions Cup:

“L’Inter ha sempre un occhio di riguardo per le iniziative in ambito sociale. Lo dimostra anche Inter Campus, che da tantissimi anni opera a livello internazionale. Questa tappa a Tolentino è un grande segnale per essere vicini alle persone che soffrono, è importante la presenza di alcune leggende della nostra società per dare un sorriso a queste persone è importante. Riguardo all’ICC, saranno tre gare affascinanti, contro avversari molto forti, che ci permetteranno di preparare al meglio la prossima stagione. Avremo modo di fare un grande lavoro.”

 

Chiudi il menu