Inter

Evaristo Beccalossi e quel particolare giudizio su Yann Karamoh

Le parole di Evaristo Beccalossi

In esclusiva per i microfoni della Gazzetta dello Sport, Evaristo Beccalossi, ex giocatore nerazzurro, ha voluto parlare del giovane attaccante nerazzurro: Yann Karamoh.

“Meno male che ci sono le partite con il Liverpool. Per poter rifare certe gare bisogna conquistare la qualificazione in campionato, che ora è diventata bella e combattuta. Ci sono due posti per tre squadre, dobbiamo essere bravi a non perdere terreno da Lazio e Inter. Noi siamo quelli forse un po’ più svantaggiato perché abbiamo più gare, ma le gare in più ci devono dare entusiasmo”.

Queste le parole di Beccalossi. Il giornalista poi continua:

Qual è il suo giudizio su Karamoh?
“È un cavallino di razza, arriverà di sicuro ma bisogna dargli tempo. La sua grande dote è la velocità. Quella fa la differenza. Ma lui è anche tecnico, al limite ancora un po’ morbido quando si tratta di concludere. E ovviamente deve crescere nel gioco senza palla, imparando anche a chiudere gli spazi”.

Contro il Cagliari lo si è anche visto svariare su tutto il fronte offensivo. Lei dove lo vede meglio?
“Mi ha colpito soprattutto per la capacità di inserirsi, anche centralmente come in occasione della traversa sul cross di D’Ambrosio. Una cosa che è mancata a questa Inter in cui ci sono pochi centrocampisti portati a buttarsi negli spazi”.

Questa l’intervista all’ex giocatore nerazzurro. Tornando a Yann Karamoh, il franco-ivoriano, nonostante a volte sia molto lezioso, ha ampi margini di miglioramento. Il giocatore è stato rimproverato dai giocatori del Cagliari, Leandro Castàn in primis, per aver effettuato un passaggio col tacco giudicato quasi irrisorio. Karamoh però, a fine partita, ha spiegato che irridere non era nelle sue intenzioni, visto e considerato che al momento del passaggio incriminato, il risultato era ancora sull’1-0. Tralasciando questo episodio, l’Inter si coccola il suo baby attaccante.

Click one of the streamers to view their stream!

    Back to top button