Dejan Stankovic, le parole che fanno commuovere i tifosi nerazzurri

Le parole di Dejan Stankovic

Tra gli eroi della magnifica annata del 2009/2010 (e non solo) che ha portato alla vittoria di 5 titoli su 6, Dejan Stankovic, ex n°5 nerazzurro, è tornato a parlare della sua amata Inter facendo emozionare i tifosi nerazzurri che lo portano da sempre nel cuore.

“Nel 2004 c’erano molti club interessati a me e tra questi c’era l’Inter. Mancini, però, mi disse di andare in nerazzurro, perché la storia non si può stampare. Sono stati quasi 10 anni fenomenali quelli che ho trascorso nell’Inter, ho scritto una bella storia lì. Hall of Fame? Sono onorato di avere avuto così tanti voti. Il fato che il mio nome sia stato messo vicino a quello di Mazzola è stata già una grande vittoria per me. È importante quello che ho lasciato nel club, il fatto di essere rimasto nel cuore dei tifosi. E se non riceverò abbastanza voti per entrare nella Hall of Fame, comunque so quello che ho dato all’Inter.”

“In quella squadra (quella che conquistò il Triplete, ndr) c’erano molti giocatori sopra i 30 anni. Non voglio dire che fosse l’ultima occasione, ma era il momento giusto per vincere. C’era un gruppo di 10-12 giocatori che erano all’ultimo treno. Abbiamo vinto tutto guidati da Mourinho. Non abbiamo avuto problemi che non siamo riusciti a risolvere all’interno dello spogliatoio, vincendo la Champions League, che poi è l’apice per un club di calcio“.

Queste le parole del “Drago”. Lui, insieme a Zanetti, Cambiasso, Samuel, ecc, è una delle principali fondamenta sulla quale il Presidente di allora Massimo Moratti ha riposto la massima fiducia. Fiducia che poi è stata ripagata alla grande grazie anche all’approdo a Milano di Zlatan Ibrahimovic, che ha dato un contributo fondamentale alla squadra nella vittoria dei tre scudetti. Insomma, Stankovic è tra i mostri sacri della storia nerazzurra che non usciranno mai dal cuore dei tifosi.

(Fonte: mondo.rs)

Chiudi il menu