Pinamonti, ecco cosa riserva il futuro per il Baby Nero Azzurro

Pinamonti, il futuro non sarà certo nero azzurro

A stagione quasi conclusa, si inizia anche a pensare a dove poter sfruttare al meglio il baby fenomeno nero azzurro Andrea Pinamonti.

La Gazzetta dello Sport in edicola oggi sottolinea come con solo due presenze in serie A quest’anno nella prima squadra, i club che apprezzino comunque Andrea Pinamonti (19 anni il 19 maggio).

Nonostante la stagione non gli abbia regalato una visibilità corposa, l’Inter dovrà aspettarsi un ritorno di interesse da parte di club disposti a investire su di lui.

E non solo con operazioni come quelle impostate a gennaio (cessione con diritto di riacquisto), ma anche con tentativi di acquisizioni definitive.

Attenzione quindi ai club europei che più sono sensibili agli sviluppi dei giovani per poter poi creare qualcosa di concreto in futuro.

Pinamonti quest’anno ha segnato 7 gol in 9 partite con la Primavera di Stefano Vecchi tra campionato, Coppa Italia e Youth League.

Specie in quest’ultima competizione si è messo nuovamente in mostra (6 gare, 6 gol) e proprio con le sfide continentali ha ravvivato l’interesse di club come Valencia, Atletico Madrid, Liverpool e Psg.

L’anno scorso di questi tempi, in concomitanza con il 18° compleanno,

l’Inter e Pinamonti annunciavano il prolungamento fino al 2021 a cifre «da grande» e un progetto per lui.

Il finale di questa stagione e gli occhi di diverse società europee addosso potrebbero rivedere molti aspetti di Andrea.

È previsto infatti per le prossime settimane un nuovo incontro tra l’area sportiva nerazzurra e chi segue gli interessi di Pinamonti per programmare la stagione futura, quella del lancio definitivo in una prima squadra.

Una scelta fondamentale, per Andrea e l’Inter.

Perché nonostante abbia giocato poco, quasi mai, le sue qualità attirano sempre

Chiudi il menu