Inter

GdS| Oggi 5 Maggio 2018, Mauro Icardi pensa a trasformare in lacrime di gioia le lacrime di Sabato sera.

5 Maggio 2018, giornata nel segno dei ricordi per i nero azzurri, ci pensa Icardi a far tornare il sorriso

Mauro Icardi pensa al 5 maggio interista, e vorrebbe trasformare le lacrime nero azzurre di sofferenza e sconforto, in lacrime di gioia, partendo da Udine e terminando a Roma con la Lazio.

Mentre Mauro cerca gol per inseguire la Champions e per il titolo di capocannoniere. Dai verdetti finali dipenderà il futuro, ma Ausilio e Wanda trattano per un ritocco dello stipendio.

Diciamo pure che l’idea di Mauro Icardi sarebbe quella di trasformare le lacrime di rabbia in lacrime di gioia. Possibilmente indossando la maglia dell’Inter mentre nelle orecchie risuona l’inno della Champions.

Tutti i tifosi nerazzurri si augurano, ovvero raggiungere e superare almeno una delle due squadre romane che al momento occupano le piazzole d’oro.

Icardi è tornato a postare una foto su Instagram ieri pomeriggio dopo 4 giorni di silenzio, il Bomber con Wanda e amici a Firenze per una giornata di polo. Momenti sereni che sembrano aver cancellato gli eventi di sabato. Il girasole pare tornato a sorridere dopo essersi piegato alle lacrime sul campo.

I gol in campionato sono 27 e Ciro Immobile è in fondo alla stradina, a quota 29. Ma l’infortunio del laziale potrebbe aiutare Maurito ad accorciare la distanza nelle tre restanti partite per arrivare al titolo di capocannoniere della Serie A

Detto dell’Inter, della Champions e del titolo di capocannoniere, non va scordata la convocazione in nazionale. Il Mondiale di Russia dista meno di due mesi e i giochi sono ancora aperti. Jorge Sampaoli.

Il finale di campionato in bilico, con la Champions a quattro punti e non impossibile da raggiungere, tiene in sospeso anche il futuro.

Mauro Icardi vorrebbe partire, nel caso l’Inter non partecipasse alle competizione europea, ma il suo Interismo e l’appartenenza ai colori nero azzurri difficilmente gli farà affrontare una scelta di addio.

Al momento la clausola rescissoria dice 110 milioni valida solo per l’estero e tra il 1° e il 15 luglio. Ma i contatti tra il d.s. Piero Ausilio e l’agente-moglie Wanda Nara proseguono per un ritocco anche dello stipendio da 5 milioni.

 

Back to top button