Handanovic: “Nel calcio tutto è possibile. Purtroppo…”

Intervista al portiere dell’Inter

Samir Handanovic, portiere dell’Inter, è stato intervistato ai microfoni di Inter TV. Per lui la partita di oggi potrebbe significare qualcosa in più, visto che per alcuni anni è stato anche il portiere dell’Udinese.

Un ex di lusso potremmo dire, considerati gli altissimi rendimenti del portiere sloveno con entrambe le maglie. Soprannominato “Batman” per la sua capacità di volare su ogni pallone, ha spesso salvato il risultato dell’Inter con degli interventi mozzafiato. Acquistato nell’estate del 2012 a titolo definitivo per una cifra intorno ai 15 milioni, esordisce con l’Inter solo il 16 settembre contro il Torino a causa di un infortunio.

Possiede inoltre la fama di “para rigori”, poiché è il portiere che meglio si è comportato, in Europa, nelle situazioni riguardanti i calci di rigore. Ben 21 rigori parati dal 2008 ad oggi, nessuno come lui. Lo seguono portieri di un certo calibro, come Keylor Navas e Neuer, rispettivamente a quota 7 e 6 rigori parati.

Numeri da non sottovalutare quindi, per un giocatore che però ha anche fatto parlare di se e dei suoi “mal di pancia” all’Inter. Un portiere come lui sente la necessità di esibirsi in un panorama importante come quello europeo, ma la Champions all’Inter manca dal 2012. Quest’anno potrebbe essere quello buono, sperando però in qualche passo falso della Lazio o della Roma, oltre che in 3 vittorie su 3 dell’Inter.

Queste le sue parole rilasciate all’emittente televisiva ufficiale dell’Inter:

“Un crocevia per noi e per loro, sarà una partita tosta, importantissima. Mancano poche partite e non c’è più tempo di sbagliare. Non dipende solo da noi, ma nel calcio tutto è possibile. Noi ci crediamo ma dobbiamo fare il nostro dovere iniziando vincendo oggi. Il nuovo Friuli? So che i Pozzo sono stati sempre all’avanguardia in tanti settori e non mi sorprende il modo in cui lo hanno costruito.”

 

 

Chiudi il menu