Toni sicuro: “Higuain-Icardi? Ecco chi ci guadagnerebbe tra Inter e Juve”

Le parole di Luca Toni

In una lunga intervista concessa in esclusiva al Corriere dello Sport, Luca Toni, ex bomber della Serie A, ha parlato del possibile scambio più discusso del momento: Higuain più 50 milioni per Icardi.

“Higuain e Icardi sono i miei nove preferiti. Se ragiono da dirigente, dico che dallo scambio ci guadagnerebbe la Juventus”. 

Comincia così l’intervista all’ex attaccante di Juventus, Bayern Monaco, Fiorentina ecc. Il giornalista continua poi chiedendogli:

Perché?
“Perché entrambi garantiscono tanti gol, ma il fatto che Icardi sia un ‘93 e Higuain un ‘87 fa la differenza in una valutazione complessiva. Seppur Higuain sia fenomenale, Mauro è più giovane e di conseguenza ha ancora margini di miglioramento. Nell’immediato il Pipita assicura un sacco di reti, ma non è che l’interista segni meno. Diciamo che tecnicamente caschi bene in tutti modi”. 

Se fosse un dirigente con alle spalle uno sceicco dal portafoglio illimitato, chi prenderebbe dei due come numero 9 nella sua squadra dei sogni?
“Uno sceicco potrebbe permettersi il lusso di prenderli entrambi… (risata). A parte gli scherzi, probabilmente punterei su Icardi per due motivi. E’ più giovane e non ha mai vinto nulla. Sono sicuro che Icardi, al di là dei soldi, abbia una gran voglia di alzare qualche trofeo. A me dicono tutti che Mauro sia un gran professionista, molto ambizioso e affamato”. 

C’è dell’altro?
“Di sicuro non mi stupisce che la Juventus pensi a Icardi. E’ un affare logico: se vendo Higuain, il primo bomber che provo a comprare è Icardi. Capirei meno l’Inter, seppur il Pipita nell’immediato farebbe la differenza e oltre a un gran giocatore i nerazzurri incasserebbero anche tanti soldi”. 

Perché capisce meno l’Inter?
“Perché se vogliono costruire un progetto vincente e pluriennale non si possono privare di uno come Icardi. Poi bisognerebbe sapere anche come vedrebbe Higuain l’eventuale trasferimento. I grandi giocatori più vincono e più vogliono continuare a farlo e alla Juventus, almeno nel breve periodo, il Pipita avrebbe chance di successo maggiori. Per la stessa ragione mi sembra strano che uno come Ronaldo possa andare al Psg: a quei livelli i trofei contano più dei soldi, tanto non è che Cristiano restando a Madrid diventerebbe povero… (risata)”. 

Il suo ex dirigente e amico Rummenigge su chi pensa si orienterebbe per sostituire Lewandowski?
“L’ultima volta ci siamo confrontati su diversi attaccanti che giocano in Serie A. Chi prenderebbe non lo so. Ma se mi chiedesse un consiglio, io gli direi di puntare su Icardi. Dovesse muoversi il Bayern, poi per qualsiasi squadra italiana sarebbe dura. Per questo credo che se lo scambio Icardi-Higuain dovesse andare in porto non sarà una telenovela infinita”. 

Chiudi il menu