InterNews1908.it
Home » (TS) Inter formato Ninja, con Lautaro torero nell’arena, ma non basta

(TS) Inter formato Ninja, con Lautaro torero nell’arena, ma non basta

nainggolan

L’Inter esce sconfitta da Sion, Nainggolan migliore in campo finchè dura, Lautaro torero nell’arena

E’ sembrata un’Inter abbastanza contratta sotto l’aspetto fisico quella che ieri ha perso 2-0 a Sion, patendo il gran caldo ma anche i carichi di lavoro degli ultimi giorni.

Pochi, a dire il vero, i giocatori nerazzurri a superare la sufficienza. Per spirito di iniziativa non sono dispiaciuti Gagliardini e il giovane Emmers.

Emmers e il match per mettersi in luce

L’ex atalantino ha cercato di impostare e si è messo in luce per un paio di verticalizzazioni. Emmers ha svolto il suo compito da mediano, ha smistato palloni e ha pressato spesso gli avversari.

Nainggolan sistema in campo i nerazzurri, finchè dura

Da promuovere anche Nainggolan, almeno fino a quando non si è fermato per il lieve affaticamento alla coscia sinistra.

Il giovane Karamoh per la seconda volta, un ottima prestazione

Karamoh che dopo la doppietta al Lugano, ieri, seppur a singhiozzo, ha dimostrato di essere in palla. Buona ripresa per Candreva, compitino per Asamoah e per i centrali.

Mauro Icardi e il suo ritorno in campo con la maglia nerazzurra

Da segnalare anche i primi 30 minuti stagionali di Icardi: pochi i palloni ricevuti, in un’occasione si è esibito in uno slalom anche se poi il suo assist per Salcedo è stato vanificato dal fuorigioco dell’ex Primavera del Genoa; mentre all’ultimo minuto del secondo tempo il capitano ha sprecato una buona chance su punizione dal limite. Non ha brillato, ma già il fatto che sia tornato in campo è un buon segno.

Bocciati parecchi giocatori nerazzurri a partire da Padelli e Dalbert

In tanti, a partite da Padelli, autore di un’uscita a vuoto in occasione dell’1-0 del Sion, parzialmente mitigata da un paio di buoni interventi nella ripresa. Male anche Dalbert: Spalletti lo ha schierato nell’inedito ruolo di terzino destro e il brasiliano, mancino, ha sofferto molto in fase difensiva, con gli avversari che lo hanno regolarmente saltato. Ha provato qualche sortita offensivama l’e sperimento difficilmente verrà ripetuto.

A centrocampo niente di eccezionale da parte di Borja Valero, mentre sono sembrati con il freno a mano tirato sia Politano che Martinez: l’ex Sassuolo non è riuscito a saltare gli avversari di turno e non ha trovato la porta in due circostanze. Più macchinoso l’argentino, troppo spesso alla ricerca del dribbling piuttosto che della porta