Extra Inter

De Laurentiis, nuova bordata alla Juventus: tutto parte dal Var

Il presidente del Napoli ha parlato dei bianconeri e non solo

Aurelio De Laurentiis, intervistato dal Corriere dello Sport, ha parlato del Var, rispondendo alle dichiarazioni di Francesco Totti, che ha parlato di uno scudetto già assegnato alla Juventus.

Queste le sue parole: “Il Var è stato introdotto per rendere giustizia ai club, affinché gli errori degli arbitri siano evitati. Se però non si crea un automatismo per il suo utilizzo e se la commissione del Var non obbliga l’arbitro a visionare le immagini, ma tutto viene lasciato alla pura discrezionalità, allora si rischia di non finire mai con il gioco del pensar male. Non è il problema di pensar male. È chiaro però che ci sono molte cose che non quadrano. In Italia e in altre organizzazioni nei sorteggi qualcosa non quadra. Io credo si debba eliminare la discrezionalità dell’arbitro. Il direttore di gara deve essere uno che verifica sul campo la liceità del gioco, aiutato da una moviola guidata da un gruppo di arbitri. Se tutto tace e non viene chiamato a verificare certi falli o certe decisioni, gatta ci cova…”.

Poi la risposta ad una domanda provocatoria, riguardo al corretto funzionamento del Var nei confronti dei bianconeri: “Non voglio dire la Juve o non la Juve… Bisogna rendere giustizia agli forzi di 7-8 club che devono veder ripagati i loro investimenti, certamente superiori a quelli delle società minori. Tutto qua”.

Infine il capitolo scudetto, tanto desiderato dai tifosi partenopei: “Lo scudetto passa da molte più partite: in Serie A sono 38 contro le 13 della Champions. A Napoli esiste il grande sentimento della cabala. Come fai a non pensare di poter vincere lo scudetto? Devi assolutamente credere di potercela fare. Però razionalizzando il processo dico: vincere il tricolore non mi fa fatturare di più; vincere la Champions invece mi fa fatturare di più e mi consente di acquistare giocatori più importanti per il Napoli. Questo però non vuol dire che io non voglia vincere lo scudetto”.

Back to top button