Dai fischi dei tifosi alla rinascita con Spalletti, il tecnico vuole rilanciarlo

Il tecnico  rilancia il centrocampista portoghese

Una vera e propria missione per Luciano Spalletti. Era tra i sicuri partiti in estate, specie dopo le dichiarazioni durante il prestito in Inghilterra, dove disse chiaramente di voler lasciare l’Inter. Alla fine è rimasto, nonostante i fischi copiosi che gli hanno indirizzato i tifosi nerazzurri in occasioni della gara contro il Lione a Lecce.

Stiamo parlando di Joao Mario, che  Spalletti ha escluso dalla lista Champions insieme a Gagliardini e Dalbert. Ma Il tecnico nerazzurro potrà contare anche su di lui. Anzi, spera di rilanciarlo definitivamente. Proprio Spalletti, che ha convocato nuovamente Joao Mario per la sfida col Parma, dopo averlo tenuto in panchina col Torino e col Bologna e ha annunciato il suo eventuale utilizzo nelle prossime gare, in occasione della conferenza stampa odierna.

Spalletti ha una grande missione: rilanciare Joao Mario

“Joao Mario potrà trovare spazio. Il tour de force non riguarda solo queste due partite, ma un pacchetto di partite molto più ampio in cui anche Joao Mario potrà giocare titolare. Può essere senza dubbio scelto per giocare titolare in queste tante partite che ci aspettano nelle prossime tre settimane”.

Il tecnico dell’Inter Luciano Spalletti ha parlato anche di alcuni singoli, in particolare di Nainggolan: “E’ forte come tutti gli altri. Colpisce perché ha fatto gol, ma può fare meglio nella consistenza in campo. A fine partita, quando guardiamo le statistiche, si capisce che può fare meglio. Ma di sicuro cambia la squadra e fa la differenza”.

Chiudi il menu