Inter

Gds – Il giocatore sembra fuori dai radar di Spalletti, ma in Champions…

Partiamo dal dato certo: così non va. E non solo nell’atteggiamento.

Nessuno in casa Inter si aspettava un avvio di stagione cosi complicato, anche alla luce del calendario, ma l’arma vincente per Spalletti potrebbe essere proprio lui.

Quattro punti in quattro partite contro squadre, con tutto il rispetto, inferiori alla squadra di Spalletti. Almeno sulla carta. Anche il campo poi ha detto il contrario, mettendo in evidenza tutti i limiti di una squadra costruita per puntare in alto ma priva di un vero cervello in mezzo al campo.

Modric il grande assente nei progetti di Spalletti

Certo, nell’immaginario nerazzurro li poteva esserci Modric a dettare i tempi, a trascinare i compagni con la sua leadership tecnica ed emotiva. Ma la storia dell’ultimo calciomercato ha detto altro e ora c’è da trovare una nuova soluzione, anche in fretta.

E allora chissà se dopo aver scongelato Candreva, dato per partente e poi protagonista a Bologna col gol del raddoppio e titolare contro il Parma, a Spalletti non venga in mente di riaffidare a Borja Valero le chiavi del centrocampo.

Borja Valero potrebbe essere l’uomo della Champions

In fondo in Champions è lo spagnolo l’unica reale alternativa a Vecino e Brozovic, vista l’assenza di Gagliardini dalla lista europea per le limitazioni imposte dalla Fifa per il fair play finanziario.

Borja Valero, altalenante, ma sarà la giusta pedina

Strana la vita nerazzurra di Borja, come è strano il suo rapporto con Spalletti, che lo ha preteso sin dal primo giorno alla guida dell’Inter dopo averlo inseguito,invano,già quando allenava la Roma.

Ma dopo mesi di grande fiducia, Valero è sparito un po’ dai radar, scalando all’indietro le gerarchie nelle preferenze dell’allenatore. Che oggi lo vede come alternativa sulla trequarti, pur sapendo che c’è necessità in mediana. Di qualità, di geometrie e idee. Chissà che davvero non possa essere Borja la chiave giusta per ripartire.

Back to top button