Inter

CdS – Spalletti: “Gioco e carattere questa è la strada”

Il metafisico riportato dal Corriere dello Sport

Spalletti al Corriere dello Sport: “Formare la mentalità”

Il Corriere dello Sport descrive uno Spalletti raggiante a fine gara: “Vincere così dà seguito al carattere mostrato nella partita precedente. Siamo rimasti in gara lottando su ogni pallone. Ecco, dal punto di vista caratteriale io sto vedendo una svolta in questa squadra. Contro Sassuolo, Torino e Parma, ai gol subiti, non abbiamo fatto seguire una reazione. Contro il Tottenham abbiamo reagito da grande squadra, con mentalità vincente e grinta. Stasera, contro la Samp, i due gol annullati potevano tagliarci le gambe: invece la squadra ha inseguito la vittoria fino all’ultimo respiro” Questa è la mia impronta caratteriale sul tam“.

Poi analizza tatticamente il match: “Abbiamo iniziato timidi. Ho detto ai ragazzi di salire, di pressare alto e di correre il doppio per supplire all’inferiorità numerica a centrocampo. Mi sono arrabbiato per i troppi passaggi sbagliati. Recuperare i palloni nella zona nevralgica del campo, nel calcio moderno, è importantissimo. La Sampdoria ha giocato palla a terra, con qualità, ci ha messo in difficoltà. Noi abbiamo messo in campo grinta e decisione nei contrasti. Il gol era nell’aria. Fosse arrivato venti minuti prima era lo stesso“.

Sull’espulsione: “Spero che a referto verrà chiarito tutto. Sul gol ho esultato tantissimo ma le mie parole erano rivolte alla telecamera a bordo campo. Il quarto uomo pensasse mi rivolgessi a lui. Si trovava nel posto sbagliato al momento sbagliato“.

Sul futuro immediato: “Non c’è tregua. Dobbiamo subito riprendere le forze. Martedì sera, al Meazza, ci aspetta una partita difficilissima contro la Fiorentina. So che oggi ha vinto 3-0. E’ una squadra che sta bene fisicamente e mentalmente. Dobbiamo continuare. Siamo l’Inter e per noi significa giocare sempre sul filo del rasoio“.

Per Luciano Spalletti non c’è il tempo di riflettere. Le partite corrono veloci. Si gioca ogni tre giorni. Costruire la mentalità vincente è un imperativo categorico a questi livelli. Fondamentale acquisire coscienza e consapevolezza dei propri mezzi. Capire di essere forti e di poter battere chiunque. Martedì un’altra battaglia sportiva.

Fonte “Corriere dello Sport”.

 

Back to top button