Inter

Dopo Pochettino e Giampaolo è il turno del Pioli polemico

L'ex tecnico nerazurro non accetta la sconfitta

Pioli: “Perso per episodi una partita che meritavamo di vincere”

Nel post Inter – Fiorentina, Pioli si accoda a Pochettino e a Giampaolo, contestando la direzione di gara e restando incredulo per la sconfitta maturata. Al tecnico viola non sono andate giù le decisioni arbitrali. In particolare contesta il rigore assegnato all’Inter con la V.A.R., un mancato penalty su Chiesa per presunto intervento di Politano e il secondo giallo non scattato per Asamoah sul fallo nei confronti dello stesso Chiesa.

Così Pioli: “Sinceramente non capisco il motivo per cui l’arbitro ha deciso di assegnare il calcio di rigore. Non posso chiedere ai miei calciatori di legarsi le mani dietro la schiena. Victor Hugo ha toccato la palla con le unghie, forse con i polpastrelli, come si fa a dare un rigore cosi? E poi assurdo il rigore non assegnato a Chiesa nella ripresa e ancora di più è assurda la mancata espulsione di Asamoah. Questi episodi hanno condizionato la partita perchè alla fine avremmo meritato di vincere e nessuno avrebbe avuto da ridire“.

Sulla prestazione di Chiesa: “E’ un grande giocatore. Abbina classe a grinta. E’ giovane e ha grandi margini di crescita. Da solo ha impegnato tutta la difesa dell’Inter e si è caricato sulle spalle la squadra. Sono soddisfatto della sua prestazione, ma sono molto arrabbiato per il risultato finale“.

Back to top button