Inter

(LIVE) Le parole di Spalletti nella conferenza stampa pre-Cagliari

Inter-Cagliari: Spalletti in conferenza

Conferenza stampa di rito nella vigilia di campionato. Luciano Spalletti  risponderà alle domande dei giornalisti al Suning training center. Ecco le sue dichiarazioni:

“Che settimana è quella che inizia ora?”

Si può chiamare settimana della verità. Ci può rimettere in carreggiata accorciando le distanze con chi sta davanti.

Cosa pensa del libro di Totti?

“Capisco la vostra curiosità su ciò che ha scritto Totti, ma questo discorso non interessa ai tifosi dell’Inter. Loro pensano ad altro e io devo riuscire a respirare l’aria che respirano loro. In quest’aria non c’è Totti. Leggerò il libro con calma e poi ne riparleremo. Abbiamo una partita ogni tre giorni quindi ho poco tempo

Come arriva l’Inter a questo punto della stagione?

“Stiamo facendo bene e stiamo tirando fuori le vere capacità della squadra. Poi peró tutto passa dai risultati. Avere tanti giocatori a disposizione fa bene perchè ricaricare le pile in soli 3 giorni è complicato. Tutte le partite son state e saranno complicate. Dobbiamo avere tutti i giocatori al massimo dela condizione”

Il rientro di Lautaro è importante? Giocherà dall’inizio?

“Lautaro è un giocatore importante che porta caratteristiche diverse dagli altri. Speriamo di mantenere le sue caratteristiche per evitare, come successo ad altri calciatori, che si perda nel cambio di campionato. È possibile vederlo dal primo minuto.

Come vedi Nainggolan in questo inizio stagione?

Radja sta dando 6 in una scala da 1 a 10. Le sue potenzialità sono ben altre. Deve trovare la condizione che per il momento non ha avuto possibilità di trovare. Lui è uno che fa strappi ogni 2-3 minuti mentre per ora ne fa 2-3 per tempo. Son pochi.”

Cosa ti han detto i tuoi amici di Firenze?

“Ho ricevuto molte battute, ma son state dette cose diverse da quel che è successo. Hanno pensato di aver subito un torto ed hanno reagito. Ma la colpa è di chi non ha spiegato bene l’episodio. Il rigore è netto così come il fallo di mano perché la palla cambia totalmente direzione. Episodio facile da vedere, poi se si fa vedere altre cose i tifosi s arrabbiano. Anche la prima ammonizione di Asamoah era fuorigioco di Chiesa. Se poi volete tirar su un casino problemi vostri.

Vrsaljko rientra prima della sosta?

“Vrsaljko ci può stare che non recuperi prima della sosta. Al momento si sta allenando in palestra. Passerà a breve alle dinamiche in campo, ma rimetterlo in condizione richiede tempo. Dobbiamo fare valutazioni precise. Fortunatamente D’Ambrosio si sta facendo trovare pronto, ma non dovremo sovraccaricarlo.

La squadra fa più fatica nel palleggio, ma è più cinica. È un qualcosa che è condizionato dai giocatori di quest’anno o dalla condizione?

“L’anno scorso c’erano palleggiatori con qualità precise, come Borja Valero che ha giocato spessissimo, così come Joao Mario. Quest’anno abbiamo aumentato la pericolosità de reparto offensivo. Dobbiamo riuscire a dare un equilibrio e stiamo lavorando bene. Non capisco i momenti di flessione che ogni tanto ci capitano. Per esempio dopo aver subito il gol con la Fiorentina, o all’inizio de secondo tempo contro il Torino. Queste abbassate di autostima e di sicurezza dei nostri mezzi sono strani. Siamo arrivato fin qui senza che nessuno ci regalasse nulla. Ora serve che sia il calciatore a far quel passo in più per togliersi le soddisfazioni. Dobbiamo tornare ad essere bambini per avere quel sogno di vittoria e consegnare quel qualcosa che il tifoso sogna ogni giorno. Loro sognano di essere una squadra che merita questi sogni.

Back to top button