Calciomercato Inter: quattro nerazzurri sul piede di partenza

Calciomercato Inter: Ausilio e Spalletti sono concordi sulle potenziali cessioni di gennaio

Calciomercato Inter – Il Mercato non conosce soste. L’Inter è reduce da un filotto di vittorie che ha dato vigore alla squadra e una certa identità tecnica e tattica. Spalletti ha cambiato molto il modo di giocare rispetto alla passata stagione anche perchè gli interpreti in campo sono diversi.

Per questo motivo l’Inter ha bisogno di essere perfezionata, soprattutto nella zona nevralgica del campo, per affiancare o sostituire Brozovic. L’assenza del croato contro la Spal si è fatta sentire, anche perchè Borja Valero e Nainggolan sono giocatore completamente diversi dal croato.

Gli strappi della Spal con Lazzari e Fares hanno evidenziato che senza il suo faro l’Inter perde i contatti tra la difesa e il centrocampo. Brozovic è un anello di congiunzione imprescindibile. Ma non può giocarle tutte e, soprattutto, deve essere affiancato da un calciatore di gamba, capace di interdire e di costruire, pronto in fase realizzativa e talentuoso. Inutile negare che l’Inter nella finestra invernale farà di tutto perchè questo calciatore corrisponda al nome di Nicolò Barella. Ne abbiamo parlato diverse volte. Ne hanno parlato anche Ausilio e Giulini. Da stabilire tempi e modalità delle operazione, perchè sulle cifre e sulle contropartite tecniche si può ragionare.

Le probabili cessioni di gennaio

Nel calcio e, soprattutto, nel calciomercato nulla è scontato. In questo primo scorcio di stagione alcuni calciatori hanno deluso e altri sono fuori dal progetto tecnico e tattico di Spalletti. Al netto di clamorose inversioni di tendenza, Joao Mario non accetterà di restare fuori per altri sei mesi e, dunque, il suo mercato in Premier si riattiverà nella finestra invernale. Spalletti non sa proprio dove collocare il portoghese perchè dal punto di vista tattico è profondamente indisciplinato.

Ma se la cessione di Joao Mario è molto probabile e, per certi versi, attesa e indolore, fa scalpore la posizione di Candreva. In estate ha rifiutato il Monaco nella operazione che ha portato Keita all’Inter. Lo spazio di Candreva all’Inter è ridottissimo e se ha giocato qualche partita da titolare o qualche spezzone è solo per fare rifiatare il titolarissimo Politano e perchè Yann Karamoh è andato in prestito al Bordeaux. Candreva ha perfettamente capito che a 31 anni ha la possibilità di strappare l’ultimo importante contratto. Avendo perso la nazionale e cercando di recuperarla potrebbe accettare altre destinazioni perchè in casa nerazzurra le porte sono strette.

In mezzo ai casi Candreva e Joao Mario spuntano due nomi a sorpresa. Il primo è quello di Dalbert. Il terzino brasiliano non convince o, meglio, non convince pienamente Spalletti al di là delle parole spese dal tecnico di Certaldo. Dalbert non è Asamoah e tra i due c’è un abisso. E’ altamente probabile che l’Inter cercherà un terzino a gennaio, magari che sappia fare entrambe le fasce, viste anche le condizioni non proprio eccezionali di D’Ambrosio e Vrsaljko. Non si può rischiare soprattutto nella seconda parte della stagione quando i concretizzeranno gli obiettivi.

Ma la vera sorpresa proviene proprio dalla difesa. Miranda non trova spazio perchè la coppia SkriniarDe Vrij ha trovato un affiatamento eccezionale. Ad Eindhoven hanno eretto un muro old style. Per questo motivo il difensore brasiliano è fortemente irritato del poco minutaggio riservatogli da Spalletti. Un suo rientro nel campionato brasiliano non è affatto da sottovalutare e l’inter potrebbe cercare un altro difensore per sostituirlo.

Fonte: CittàCeleste

 

Chiudi il menu