La dote di Marotta: ecco su chi punterebbe già da gennaio

Marotta all’Inter con una dote importante di calciatori

Più si avvicina il giorno del rinnovo del CdA della Juventus, più Giuseppe Marotta viene accostato all’Inter. Da quando l’ex dirigente della Sampdoria ha annunciato che non avrebbe più fatto parte del CdA della Juventus gli addetti ai lavori hanno individuato nell’Inter la più probabile prossima destinazione del dirigente..

Il tutto condito, come spesso accade, da voci contrastanti. Molti affermano che l’avvento di Marotta all’Inter determinerebbe uno stravolgimento societario positivo in casa nerazzurra. Potrebbe estinguersi completamente il gap sportivo ed economico tra il club nerazzurro e la Juventus. Altri hanno apostrofato, invece, come poco elegante un ingaggio dell’Inter di Marotta., Il dirigente bianconero conosce tutte le caratteristiche e i segreti della Juventus pluricampione d’Italia.

Gli scenari possibili

Quello su cui tutti concordano, però, è che Marotta porterebbe in qualunque club una dote importante: quella della fitta rete di contatti con calciatori, procuratori sportivi, dirigenti di altre società. Proprio per questo motivo l’avvento di Marotta all’Inter potrebbe determinare anche un ampliamento della rosa oltre ogni previsione. In primo luogo l’Inter è perfettamente a conoscenza che, nell’ipotesi in cui Miranda dovesse lasciare i nerazzurri per tornare in Brasile (interessatissimo è il Palmeiras) il sostituto sarebbe scelto tra Diego Godin dell’Atletico Madrid e Benatia, proprio della Juventus.

Sulle corsie laterali la squadra nerazzurra è in difficoltà dal punto di vista fisico. Ecco perchè Marotta potrebbe portare Darmian soprattutto se Dalbert, come sembra, dovesse far rientro in Francia, almeno in prestito. Poi c’è la questione centrocampista: detto di Barella sui quali i nerazzurri sono in pole avendo strappato il si del giocatore ma non quello di Giulini, altri potenziali nomi sono quelli di Meitè del Torino e Tielemans del Monaco.

Poi vi sono i nomi sognati dai tifosi nerazzurri concretizzabili, però, solo nella sessione estiva del prossimo mercato: Federico Chiesa della Fiorentina piace tantissimo a Luciano Spalletti, così come a centrocampo un nome sempre presente è quello del gallese Aaron Ramsey in scadenza di contratto con l’Arsenal. Una eventuale partenza di Perisic, verso il Manchester United, permetterebbe all’Inter di piombare su Martial.

Insomma le prossime settimane saranno cruciali per il futuro di molte società, dei dirigenti e, quindi, di molti calciatori. Molti di loro, già dalla brevissima sessione invernale possono cambiare casacca e il mercato dei giocatori in scadenza è tremendamente ricco.

Fonte Città Celeste

Chiudi il menu