Inter, a gennaio un solo vero colpo: la strategia é chiara

Stando a quanto riportato stamane da Tuttosport, l’Inter già da gennaio è pronta ad effettuare colpi ad effetto. Si prospetta un mercato spumeggiante per i nerazzurri. Dopo che il club dalla prossima estate sarà fuori dal settlement agreement, per la proprietà cinese ci sarà la possibilità di iniziare a fare sul serio. Prima però, bisognerà affrontare bene la sessione di mercato invernale. Spalletti infatti, quasi sicuramente richiederà alla dirigenza qualche giocatore per cercare di affrontare bene la volata Champions e centrare un’altra qualificazione nell’Europa delle grandi.

Per fare ciò però, sarà necessaria qualche operazione in uscita (Joao Mario, Gabigol e Candreva in primis). Per il mercato di gennaio, il sogno a centrocampo si chiama Marco Benassi, ma la Fiorentina difficilmente si priverebbe di uno dei suoi calciatori più importanti a stagione in corso. Al momento però, l’attenzione della dirigenza del club di Corso Vittorio Emanuele sembra orientata principalmente al mercato estivo.

Per la nuova Inter infatti, qualora Padelli non rinnovasse, sarà necessario innanzi tutto acquistare un portiere di riserva. Successivamente, se Miranda dovesse decidere di cambiare aria, si potrebbe pensare ad un giovane erede come Andersen o Mancini, oppure acquistare un veterano low cost come Vertonghen o Godìn.

Inter, i colpacci rinviati in estate

Arrivando al mercato estivo, il club meneghino ha voglia di mettere a segno colpi da vero top club. I sogni si chiamano Anthony Martial e Sergej Milinkovic-Savic, nomi che Marotta segue già dai tempi della Juventus. Per il centrocampo inoltre, piacciono anche Tonali, Barella e Rabiot, anche se ogni calciatore ha situazioni contrattuali totalmente differenti. Infine, per l’attacco piace Hirving Lozano del PSV, già visionato dagli 007 interisti in occasione della sfida di Champions al Philips Stadion. Resta da capire però se e per quanto il club olandese avrà intenzione di lasciar partire il messicano già rivelazione allo scorso Mondiale in Russia.

 

Chiudi il menu