Inter, Handanovic sarà titolare anche l’anno prossimo, si valutano due eredi

Samir Handanovic ieri è stato premiato dalla Lega Serie A che lo ha riconosciuto  come miglior portiere del girone d’andata.

Il portiere nerazzurro ha superato tutti in relazione al rendimento del girone d’andata. La Gazzetta dello Sport paragona lo sloveno ai big europei. “Allargando l’orizzonte oltre confine che diventa ancora più straordinario il rendimento di Handa-. Nel confronto con i cinque maggiori campionati europei, meglio dei dieci clean sheets di Samir ha fatto solo il brasiliano Alisson del Liverpool – mister 62,5 milioni di euro più dieci di bonus -, capace di rimanere imbattuto per 12 volte nelle 21 partite di Premier fin qui disputate.

Il rendimento di Handanovic è stato ancora una volta sorprendente, a 34 anni. Per anni Samir è stato il gioiello da proteggere nelle sessioni di mercato. Un pezzo unico, come lo sono oggi Alisson e Kepa, per intenderci. E che l’Inter è riuscita a difendere dagli assalti delle big d’Europa. Ora Samir difende se stesso dal tempo che passa e dalle possibili strategie future dell’Inter, che sembrano cambiate”.

Handanovic il prossimo anno titolare, l’Inter valuta due giovani

Secondo la rosea, “Marotta e Ausilio infatti stanno valutando profili giovani per la prossima stagione, ma da piazzare alle spalle di San Samir, l’uomo dei miracoli, candidato titolare anche per l’anno prossimo. Per prima cosa bisognerà capire il destino di Radu (21 anni), cresciuto nel vivaio nerazzurro.

L’Inter ha un diritto di recompra sul portiere del Genoa fissato a 15 milioni nel 2019 e 18 nel 2020. Intanto i nerazzurri puntano pure Brazao (Cruzeiro), classe 2000: si studia un affare in compartecipazione col Chievo, come successe ai tempi con Julio Cesar. Visto il precedente, vale la pena fare un sacrificio”.

Fonte: Gazzetta dello Sport

Chiudi il menu