Inter, Vrsaljko sotto esame: il girone di ritorno deciderà il riscatto

L’Inter in queste giornate di mercato riflette anche sui profili interni alla squadra. Infatti come riporta la Gazzetta dello Sport, in edicola quest’oggi, il club nerazzurro sta valutando se riscattare o meno Sime Vrsaljko nella finestra di mercato estiva.

Tanti problemi fisici e poche partite dall’inizio: la situazione di Vrsaljko

Tra un problema fisico e l’altro, Sime Vrsaljko non è ancora riuscito a conquistarsi un posto da titolare nell’Inter di Spalletti. Il terzino, arrivato in estate dall’Atletico Madrid, in prestito oneroso dopo una lunga trattativa presenta un diritto di riscatto di 17 milioni e mezzo. Il croato, per ora, non ha certezze sul proprio futuro.

Sicuramente la dirigenza della Benamata valuterà il suo rendimento in questa seconda parte di stagione, in quanto nella prima non ha ricevuto adeguate certezze da parte del terzino destro: “Su Vrsaljko pende la spada di Damocle di un riscatto pesante da esercitare e pure qualche dubbio di natura fisica”. Così scrive la rosa che poi precisa come sino ad ora Vrsaljko abbia giocato solo 9 partite da titolare sulle 25 fin ora disputate dell’Inter: “Poco più di un terzo, troppo poco per le aspettative che il club aveva su di lui. C’è un girone di ritorno intero per cambiare marcia”.

Inoltre il croato, non deve solo convincere Suning a riscattarlo, ma deve pure superare nelle gerarchie Danilo D’Ambrosio fino ad ora il più utilizzato: “Oltretutto  deve scavalcare definitivamente nelle gerarchie D’Ambrosio, decisamente più impiegato e non solo per motivi fisici“.

Fonte: Gazzetta dello Sport

Chiudi il menu