Inter

Rivoluzione in vista: Marotta prepara il casting per la fascia (GdS)

L’ora della rivoluzione è arrivata, non ce n’è mai stata una radicale in casa nerazzurra. Ora con l’arrivo di Beppe Marotta la musica sembra cambiata.

L’accordo con Godin, il mirino su Modric e Kroos, l’interesse per Brazão ed il casting per le fasce. Così scrive la Gazzetta dello Sport.

Casting per la fascia: tre nomi tutti italiani

L’unico sicuro della conferma è Asamoah e probabilmente pure Danilo D’ambrosio, mentre per gli altri si valuterà in estate. In entrata, ci sono tre profili seguiti due dalla Premier e uno direttamente dalla Serie A: Darmian, Emerson Palmieri e Biraghi. Tutti e tre conoscono molto bene il nostro campionato, e per il terzo cresciuto nelle giovanili nerazzurre, si tratterebbe di un ritorno a casa.

Da Darmian a Biraghi, passando per Palmieri: i profili

I profili valutati sono tutti di nazionalità italiana, e tutti presentano pro e contro dalla valutazione alla difficoltà della trattativa. Il primo, Matteo Darmian di proprietà del Manchester United è da tempo seguito dall’Inter: “Torna d’attualità il nome di Darmian, solo teoricamente in scadenza di contratto con il Manchester United“.

Così scrive la rosa che aggiunge: “Di sicuro un profilo che l’estate scorsa sia l’Inter di Ausilio che la Juventus di Marotta hanno seguito. Piace a tutti l’italiano, a Manchester ne apprezzano la professionalità e ad Appiano lo considerano un jolly prezioso perché in grado di coprire tutti i ruoli difensivi, oltre che entrambe le fasce“.

Marotta prepara la rivoluzione

Cristiano Biraghi, in forza alla Fiorentina ed ex canterano nerazzurro è ugualmente apprezzato dalla dirigenza della Benamata: “Biraghi ha il vantaggio di esser cresciuto nel settore giovanile nerazzurro, lacuna dell’elenco europeo del club di questa stagione.

Ma il suo valore è in crescita esponenziale, le ultime valutazioni si aggirano tra i 15 e i 20 milioni, questo fa sapere la Fiorentina”. Questa l’analisi del quotidiano, che poi si è spostata sul terzo profilo ovvero Emerson Palmieri.

L’italo-brasiliano, ex Roma, è una vecchia conoscenza di Luciano Spalletti che lo ha lanciato e fatto conoscere nel panorama europeo, fino al suo trasferimento in Premier League al Chelsea: “Più semplice la via che porta a Emerson Palmieri, nome assai gradito anche a Spalletti: al Chelsea è di fatto ai margini, solo 13 minuti in Premier League fino a qui, con Sarri non è sbocciato l’amore anche perché Marcos Alonso è un intoccabile”.

Potrebbero fare leva su questo i dirigenti nerazzurri che reputano l’italiano un ottimo rinforzo viste le capacità dimostrate in Italia: “Mancini lo ha sempre tenuto dentro il gruppo azzurro, ma è altrettanto evidente che a lungo andare la situazione va considerata in evoluzione, visto il poco impiego. Un anno fa di questi tempi passò dalla Roma al Chelsea per 20 milioni di euro (più 9 di bonus)”. In ottica l’Inter potrebbe spingere verso un prestito, anche di tipo oneroso, per assicurarsi un buon rinforzo per la fascia destra.

Fonte: Gazzetta dello Sport

Click one of the streamers to view their stream!

Back to top button