Inter

Inter, patto d’onore tra uomini veri: Nainggolan è centrale nel progetto

La Gazzetta dello Sport, in edicola questa mattina, dedica spazio alla rinascita di Radja Nainggolan, che sta utilizzando un profilo basso, pensando solo al campo.

“Un patto d’onore tra uomini veri. Che punta a rimettere Radja Nainggolan al centro dell’Inter. La nuova vita nerazzurra del Ninja è cominciata a Empoli, con quei 36 minuti in campo post sospensione che hanno permesso a lui di riazionare i giri del motore e a Spalletti di chiudere l’anno con una vittoria.

Lì è ripartito Radja. Che adesso è atteso da cinque mesi di fuoco. Come promesso a se stesso, a Marotta, Ausilio e Spalletti, gli uomini veri che hanno stretto il patto d’onore”. Con “la missione di riportare il calcio al centro degli interessi del belga”, spiega il quotidiano.

Inter e Nainggolan: patto tra uomini

I primi mesi del belga all’Inter sono stati deludenti  sia in campo che fuori. Dopo la sospensione con il Napoli, la società e il giocatore hanno stretto un patto. “Fondamentali sono state anche le vacanze di Natale passate a Cagliari, tra famiglia e amici. Hanno infatti ridato al belga una dimensione normale, quello che l’Inter chiede.

E un significato simbolico hanno avuto gli allenamenti al buio e da solo, con i colori nerazzurri addosso, lungo la spiaggia del Poetto. Radja ha chiesto fiducia, la società ha deciso di fidarsi ma solo a certe condizioni. Questo è il patto. Che il belga in questo inizio di 2019 sta rispettando eccome. Ad Appiano raccontano di allenamenti fatti al massimo e di lavoro quasi personalizzato per rimetterlo definitivamente in sesto. Un tagliando fatto su misura”.

Fonte: Gazzetta dello Sport

Back to top button