Inter

L’ex assistente Tarkovic su Skriniar: “Pronto per un top club europeo”

Molto presto il difensore slovacco, Milan Skriniar, rinnoverà con i nerazzurri che hanno adeguato la loro offerta iniziale. Su di lui ha parlato Stefan Tarkovic ai microfoni di Sport.sk.

L’ex assistente del ct: “Non mi ha sorpreso il trasferimento all’Inter”

Presente e passato nelle parole dell’ex assistente che ha assistito all’esordio di Skriniar tra i professionisti“E ‘stato uno dei primi giovani giocatori ad essere stato portato in prima squadra.  A quel tempo, la direzione dello Zilina cominciò a rivolgersi a giovani e talentuosi calciatori. Fisicamente era ben preparato”. Aggiungendo: “Sono contento che il suo talento sia venuto fuori a tal punto da affascinare tutti e oggi è un giocatore titolare di uno dei più grandi club d’Europa”.

Molte voci attorno al calciatore ed ad un suo possibile trasferimento in uno tra i più grandi top club europei:“Non ho parlato con lui di questo, quindi non posso confermare o smentire questi rapporti. Ciò che si dice può essere diametralmente diverso dalla realtà. Il potenziale per giocare in questi club ce l’ha certamente”. 

Tarkovic: “Fondamentale che Skriniar continui a lavorare al massimo”

Certo delle capacità e della crescita futura, l’ex assistente ha così parlato: Milan Škriniar è un giocatore molto forte sulle palle aeree e nell’uno contro uno ed è in grado di far partire l’azione, un grosso vantaggio nel calcio moderno. Un altro aspetto positivo di questo è la lettura tattica della situazione”.  Ed aggiunge:E’ fondamentale che continui a lavorare al massimo. Dico che il destino di un giocatore è “scritto prima”, e quando il calciatore lo attraversa, può fare grandi cose”.

Conclude con unbreve commento sullasituazione accaduta ad ottobre durante il ritiro della Nazionale:
“Ha commesso un errore per il quale è stato punito e per il quale si è scusato. È successo qualcosa che ha cambiato radicalmente molte cose e ha anche influenzato la vita di altre persone. Prima di tutto, questa è una grande lezione per lui. Ogni persona commette errori e ha il diritto di imparare da loro e non ripeterli. Certo, se lo fa, dovrebbe essere responsabile”.

Fonte: Sport.sk

Back to top button