Inter

Simoni: “Inter, squadra da tripla, Spalletti a volte è difficile da decifrare”

L'ex tecnico nerazzurro parla a 360 gradi del momento nerazzurro, spaziando tra presente e futuro

Gigi Simoni resta sempre una voce autorevole quando si parla di Inter. L’ex tecnico della beneamata, è particolarmente stimato dai tifosi nerazzurri, viste le comprovate competenze. Ma anche per il particolare momento storico in cui è stato alla guida del club.

Il punto di Gigi Simoni sulle ambizioni dell’Inter

In una lunga intervista concessa alla Gazzetta dello Sport, l’ex tecnico interista, Gigi Simoni, alla domanda su quanto manchi all’Inter per tornare a vincere, ha così risposto: “Spero poco, perché per adesso è ancora una squadra che può vincere con chiunque, perdere con chiunque e fare solo un punto in due partite contro il Sassuolo”.

Puntuale è arrivata la domanda dei cronisti della rosea sul lavoro svolto fin qui da Luciano Spalletti. E concisa è stata la risposta di Simoni: “È un buon allenatore, ma a volte faccio fatica a capirlo”. Chiamato ad esprimersi su un eventuale successore del tecnico toscano, ha risposto senza esitare: Simeone sarebbe l’ideale, è di un’altra categoria. L’ho avuto come giocatore e in un quaderno aveva già gli appunti sui metodi di lavoro di tutti i suoi allenatori. Mai visto uno così”.

Non poteva mancare, infine, una domanda sul capitano nerazzurro Mauro Icardi. In particolare gli viene chiesto di un suo possibile condizionamento dovuto alla questione rinnovo: “Non credo perché è forte in campo e fuori. Come attaccante non ha rivali e merita di rimanere all’Inter, anche se la trattativa mi sembra un po’ complicata”.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

 

Back to top button