Inter

Inter, con Marotta boom sul mercato: tre colpi già definiti

L’Inter, dopo l’arrivo di Beppe Marotta, ha un’arma in più. A sottolinearlo è  il Corriere dello Sport, che sulle pagine in edicola questa mattina giudica in modo diverso l’operato dei nerazzurri, con Beppe Marotta già attivissimo per quanto riguarda acquisti presenti e futuri.

“L’effetto di un Marotta in più nel motore societario – tutto ufficializzato a metà dicembre, appena dopo l’eliminazione dalla Champions – si sta facendo sentire. Sulla nota questione del rinnovo di Icardi, l’inflessibilità e il pugno di ferro – Maurito, appunto, ma anche Nainggolan – per chi si è presentato in ritardo agli allenamenti, e poi il mercato che presenta un’Inter più che mai sul pezzo.

Inter, Marotta ha definito 3 colpi

Il quotidiano romano prosegue così l’analisi “Darmian, del quale accenniamo a parte, non a caso è stato a lungo un obiettivo di Marotta anche nel periodo alla Juventus. Mentre il ds interista Ausilio, per apparecchiare l’operazione De Paul ha potuto fare leva sui buoni rapporti con Pradè dell’Udinese.

L’uomo-mercato dei friulani era già entrato in affari con l’Inter ai tempi della Sampdoria, estate 2017: Skriniar a Milano e Caprari a fare il percorso inverso. Da Politano, finora il miglior colpo messo a segno dall’Inter, a Rodrigo De Paul. Minimo comune denominatore, a parte l’età (l’esterno è arrivato a 25 anni, l’argentino dell’Udinese li compie a maggio) quelle forti motivazioni arrivando in punta di piedi verso la più nobile dimensione. Dalla provincia con qualità. Così l’Inter, dovesse concludere con De Paul come sembra, si augura la stessa efficacia tradotta in campo da Politano. Anche perché il centrocampista arriverebbe a titolo definitivo.

Mercato-boom, altro che fase embrionale. La lungimiranza di Beppe Marotta è retaggio dei tempi juventini, ora all’Inter sta portando avanti il lavoro di Ausilio e i due insieme possono creare una miscela esplosiva. Tutto con ambizioni sorrette dalla seconda qualificazione di fila in Champions League, obiettivo minimo quest’anno. Godin fatto, De Paul quasi e l’improvvisa accelerata per prendere subito un usato sicuro come Cedric Soares. La fase acquisti è già decollata con vista sul futuro. Buone prospettive e – insediamento in Europa a parte – l’idea fissa di poter costruire una seria candidatura per lo scudetto“.

Fonte: CDS

 

Back to top button