Inter

Pastorello: “Candreva è rimasto per aiutare, ma ci guardiamo attorno”

Si torna a parlare di Antonio Candreva in questi giorni. Dopo la finestra di mercato che lo ha visto al centro di moltissime voci è invece rimasto stabilmente a Milano con la casacca nerazzurra. Ai microfoni di Rai Sport ha parlato l’agente del calciatore, ovvero Federico Pastorello tra voci di mercato per l’esterno e l’avvistamento di Antonio Conte dalle parti della sede dell’Inter

Pastorello: “Antonio è un grandissimo professionista, il suo obiettivo era rimanere per dare il suo contributo”

Dopo le insistenti voci di mercato che lo volevano al centro degli interessi del Torino e di quelli cinesi poi (all’interno della trattativa per Carrasco), il numero 87 Antonio Candreva è rimasto in pianta stabile sulle sponde del Naviglio della Milano nerazzurra. Sulla sua attuale situazione ha parlato Federico Pastorello, agente del calciatore, ai microfoni di Rai Sport.

Il procuratore si è così espresso riguardo il suo assistito: “Mi chiedete se Antonio è centrale nel progetto nerazzurro? Direi di sì, so che è stato fatto un summit di mercato e alla fine la società, ascoltato pure il mister, ha deciso che Antonio dovesse restare per dare il suo contributo“. Ed ha aggiunto sul suo utilizzo: “Probabilmente fino ad oggi è stato utilizzato poco, ma in futuro potrà esserlo di più. Giovedì è partito titolare in Coppa Italia, sì è visto un grande professionista con l’obiettivo di dare il proprio contributo. Ogniqualvolta che viene chiamato sul terreno di gioco“.

Concludendo: “Candreva ha sempre accettato le decisioni, ma è normale che tutti i giocatori vorrebbero giocare. Così come è normale che le persone che lo gestiscono in situazioni del genere debbano guardarsi attorno“.

Pastorello su Conte: “Non so se fosse lì, ma credo che il progetto di Spalletti debba andare avanti”

Non solo domande sul suo assistito, ma anche sull’avvistamento di Antonio Conte dalle parti di Corso Vittorio Emanuele sede dell’Inter: “Non so se fosse vero, ma visto che ne parlano tutti probabilmente sì. Comunque io dubito fortemente che i nerazzurri possano andare a contattare un allenatore portandolo in sede nell’ultimo giorno di mercato”.

Concludendo con una convinzione: “A mio parere il progetto di Spalletti deve continuare ad andare avanti: è normale che ci siano delle difficoltà, ma i giudizi vanno comunque fatti a fine stagione. Prima tutti erano entusiasti, adesso c’è un momento di calo e piovono critiche. Non dimentichiamoci però che le somme si tirano a fine stagione”.

Fonte: fcinternews.it

Back to top button