Inter

Inter, Simoni: “Spalletti non è il responsabile: è un qualcosa di inspiegabile”

L’Inter sabato è chiamata a reagire in trasferta contro il Parma. La squadra di Luciano Spalletti dovrà riscattare una partenza per nulla felice con uno score di tre gare con un solo punto raccolto. Sulla situazione dei nerazzurri  si è espresso l’ex tecnico Gigi Simoni che così ha parlato in esclusiva ai microfoni di fcinter1908.it.

Inter, Simoni: “Si fatica a dare un senso: la squadra è ottima”

L’ex tecnico nerazzurro non si capacita delle difficoltà dell’Inter in questo momento non trovando un vero motivo: “In questa prima parte avrebbe dovuto fare dei passi avanti e non fare fatica come sta succedendo ora”. Aggiungendo: “Io la seguo perché sono un appassionato dell’Inter ed effettivamente ora non sta facendo bene”. 

Di una cosa però è certo Simoni, la responsabilità non è di Luciano Spalletti:“Non credo che l’allenatore sia il principale responsabile, ha tutte le qualità per non abbattersi e tirare avanti, cercando di stimolare i giocatori a tempi migliori e a sacrifici maggiori. La squadra ora ha un brutto modo di perdere le partite. Si può dire che si fa davvero fatica a dare una spiegazione di ciò”. I giocatori sono ottimi come afferma l’ex allenatore: “La difesa è molto forte, l’attaccante è uno dei migliori al mondo, ma continuano a perdere è davvero inspiegabile”.

Inter, ancora Simoni: “Meglio l’allenatore che c’è ora, ma è la squadra ad essere difficile da guidare”

Simoni, come detto in precedenza, preferisce Spalletti ed afferma:“Io preferisco Spalletti per tante cose, si è impegnato e ha fatto un ottimo lavoro in queste due stagioni. Il problema  è una squadra difficile da guidare e gestire”. E sull’arrivo di Marotta: “Si prendono delle scelte, poi se ne fanno delle altre, si va a tentativi. Non so se possa essere utile”.

Ritornando ai trascorsi nerazzurri l’allenatore non ha dubbi: “L’ho detto già più volte in passato: è la squadra dove sono stato meglio, nonostante dicano sempre che all’Inter si lavora male”. Poi ha analizzato il momento no del capitano Mauro Icardi:Non è un momento favorevole per lui. Ha fatto vedere di essere un campione vero, con un rendimento costante, ha sempre fatto gol.

In questo momento fa fatica anche lui”. Nessuna critica per lui, ma solamente un momento storto: “Penso che sia solo un momento sfavorevole per Icardi che presto passerà, gli sta andando un po’ tutto storto”. 

Si chiude con una certezza da parte del tecnico ex nerazzurro: “L’Inter è una squadra molto forte e prima o dopo si riprenderà sicuramente e lo farà nel migliore dei modi”. 

Fonte: fcinter1908.it

Back to top button