Skriniar Inter, slovacco ancora troppo “lento”: Conte lo vuole più rapido

SKRINIAR INTER – Sulla Gazzetta dello Sport di questa mattina si apprendono alcuni punti deboli di questa nuova Inter targata Conte.

Innanzi tutto, il quotidiano fa notare la sorprendente “dipendenza” da Sensi. L’ex Sassuolo è arrivato a Milano in punta di piedi, ma ad oggi, grazie alle sue ottime capacità nel ripulire il gioco, è una pedina indispensabile.

Skriniar Inter, slovacco ancora un po’ sottotono

Secondo la rosea, ogni qual volta l’Inter tenta di uscire dalla propria difesa tramite Godin e – soprattutto – Skriniar, la manovra viene rallentata in maniera anche piuttosto evidente. Il tecnico interista però, sta lavorando per risolvere quanto prima anche questo piccolo difetto.

E’ vero, l’ex Samp è un difensore abituato ad operare in una difesa a quattro e non a tre, ma pian piano riuscirà ad immagazzinare anche quest’altro tipo di concetti.

 

Chiudi il menu