Inter

Inter, la vittoria non basta. Sconcerti all’attacco: “Imbarazzante e confusa”

"Imbarazzante in difesa e confusa". Inter da ritrovare per Sconcerti, che ha analizzato il match dalle colonne del Corriere della Sera

Inter, Sconcerti non le manda di certo a dire dopo la rocambolesca vittoria per 4 a 3 contro la Fiorentina di ieri sera. I nerazzurri hanno trovato la vittoria nei minuti finali, grazie alle prodezze dei singoli (Suarez, Sensi e Hakimi) subentrati a partita in corso. Prova che però non ha convinto il giornalista, che ha espresso il proprio parere in un editoriale per il Corriere della Sera.

Inter-Fiorentina, il commento di Sconcerti

“Al contrario della prima partita della Juve, dove c’era un altro tipo di avversario e si poteva cercare il gioco, l’Inter ha vinto una partita da non giudicare, dove bisogna semplicemente prendersi il risultato. Tecnicamente è stata un’Inter insistente e confusa, ha pareggiato alla fine del primo tempo e vinto alla fine, segno che non ha sottovalutato niente. La differenza l’hanno fatta i 5 cambi e la loro qualità. Quando Ribery è uscito all’82’ la Fiorentina stava vincendo, cinque minuti dopo aveva perso”.

“Nell’Inter – ha proseguito Sconcerti – erano entrati Vidal, Nainggolan e Sensi, nella Fiorentina alcuni ragazzi, di cui uno, Vlahovic, aveva buttato via il quarto gol a sette metri da Handanovic perché il colpo gli era arrivato sul destro, non il suo piede. Questa è stata la vera diversità di un’Inter imbarazzante in difesa, coperta da due mancini (Bastoni e Kolarov) che hanno sempre lasciato spazio di fianco agli inserimenti interni di Ribery, Kouamé e Castrovilli”.

Back to top button