Inter

Corre(v)a l’anno 1997

Correa come Recoba, 2 gol all'esordio. Primo tempo brutto, male Handanovic

CORRE(v)A l’anno 1997, quando un giovane sudamericano, nel giorno dell’esordio del Fenomeno con la maglia dell’Inter, entrava in campo e risolveva una partita sulla carta facile. Stesso epilogo, doppietta e vittoria, ma le analogie con il genio (e sregolatezza) di Montevideo finiscono qui.
Carlos Joaquin Correa argentino di nascita e appena arrivato all’Inter, decide la sfida del Bentegodi con due lampi pesantissimi e di egregia fattura.

Il primo gol alla Hernan, atleticamente impressionante lo stacco (se lo avesse fatto un portoghese di Madeira… sai le prime pagine) ed estremamente efficace la conclusione del colpo di testa. Il secondo gol è un marchio di fabbrica, ottimo controllo al limite e sinistro precisissimo ed imparabile.
Gol che regalano all’Inter 3 punti , il primo posto in classifica e diverse certezze .

Inter, Correa esordio alla Chino. Male Handanovic

Inzaghi dimostra di essere sul pezzo dopo un primo tempo nervoso, molto confusionario e sinceramente brutto.
L’errore di Handanovic condiziona la partita, la squadra perde fiducia e non trova le linee di gioco anche per la copertura asfissiante da parte dei giocatori di Di Francesco.
Il secondo tempo si apre con il gol di Lautaro e con un Inter più convincente, i cambi di Simone hanno effetto immediato e Correa entra e decide la partita.

Le cose positive : il carattere della squadra , i cambi, Correa.
Le cose negative : inizio troppo rilassato, centrocampo del primo tempo sottotono , Handanovic.

I 6 punti sono importanti e queste vittorie, di solito, risultano fondamentali per il risultato finale.
Ad maiora e Avanti Inter ⚫️🔵.

Click one of the streamers to view their stream!

    Back to top button