Inter, Antonello traccia la via: sostenibilità, ambizione e nuovo stadio

Stadio Inter Antonello

Antonello traccia la via. La nuova Inter targata Oaktree si è insediata da poco in viale della Liberazione. Il fondo, nuovo proprietario del club nerazzurro, ha già inserito le proprie figure e confermato quelle dei dirigenti presenti sotto la gestione Zhang, con l’emblema di Beppe Marotta nel doppio ruolo di presidente e CEO Sport. Un segno che da continuità al progetto interista, il quale, avrà ancora parecchi paletti per quanto riguarda l’aspetto economico. Proprio per questo sono importanti le parole pronunciate oggi dal CEO Corporate nerazzurro, Alessandro Antonello, che descrivono la situazione e tracciano la via da seguire.

Antonello: la strada maestra è il miglioramento dei conti: i nerazzurri verso il pareggio di bilancio

Antonello, presente ai microfoni di Radio Serie A, ha ripetuto i tasselli su cui si baserà la strategia del club nerazzurro. In primis, il miglioramento dei conti. Tutti i dirigenti interisti ripetono questo come mantra e non potrebbe essere altrimenti. Il bilancio, dopo sessioni di mercato in cui sono state fatte grandi plusvalenze, è in netto miglioramento. Addirittura, per la stagione 2025/2026 si punta almeno al pareggio di bilancio o ad un piccolo attivo. Sembra quasi passato un secolo rispetto a quando si parlava di “mettere in sicurezza il club” con le cessioni di Lukaku ed Hakimi. La situazione economica è nettamente migliorata, così come è migliorata anche quella finanziaria, anche se, da quel punto di vista, c’è ancora il bond che pende sul club nerazzurro e di cui si occuperà Oaktree.

Conti in ordine, ma anche competitività: l’Inter punta ad essere protagonista in Italia, ma anche in Europa

Altro punto toccato da Antonello è stato quello della competitività. La squadra nerazzurra, dalla gestione Conte ad oggi, ha alzato ben 7 sette trofei. Sicuramente, la continuità di vittorie, ha anche portato un grande aiuto ai conti. Per questo, l’idea del management interista non sarà quello di impoverire la rosa, ma di raggiungere gli obiettivi economici soprattutto attraverso il campo. Gli scudetti, le Coppe Italia e le Supercoppe Italiane hanno dato nuova linfa. Ma adesso si aggiunge anche un altro obiettivo, la Champions League. E’ vero che i nerazzurri non sono tra le squadre favoritissime per la vittoria finale. Ma è altrettanto vero che dopo la finale di Istanbul la rosa ha assunto una nuova consapevolezza di poter far bene anche in campo Europeo. E chissà che nella prossima stagione non si possa arrivare ad avere altri notti magiche come quelle di due stagioni fa.

Antonello: Rozzano o San Siro? A breve novità

Infine, come ultimo punto, la questione stadio. Non è una novità che l’Inter abbia più che sondato la situazione per quanto riguarda l’area di Rozzano. Così come non tiene del tutto chiusa la porta ad un nuovo San Siro. La costruzione di un nuovo impianto è fondamentale per competere con le altre società europee. Ma è altrettanto vero che, fino ad ora, si è tanto parlato senza giungere ad una conclusione sulla questione. Antonello ha parlato di un’imminente accelerata dopo il passaggio da Suning ad Oaktree. Pertanto, non resta che aspettare le prossime mosse per saperne di più e capire quale sarà la nuova casa della squadra nerazzurra per i prossimi anni.