Marotta a caccia della punta: quattro i nomi sul taccuino

Attacco Inter Marotta

L’Inter vincitrice dello scudetto già da tempo sta programmando il proprio futuro, specie in sede di mercato. Gli acquisti di Piotr Zielinski e di Medhi Taremi, a parametro zero, sono solo i primi due tasselli che la dirigenza ha messo a posto. Ci sono vari ruoli da sistemare, ma quello su cui Inzaghi sembra premere maggiormente è il reparto offensivo. Il tecnico nerazzurro, vorrebbe evitare un’altra stagione con soli due attaccanti titolari, con i rincalzi che non si sono rivelati all’altezza. Ecco perchè Marotta si è già messo in moto per trovare il profilo migliore per i nerazzurri.

Inter, tutte le strade portano a Genova: Albert Gudmunsson il preferito di Inzaghi e Marotta

Dunque, come detto, l’Inter deve necessariamente trovare almeno un altro attaccante per completare un reparto già formato da giocatori come Lautaro, Thuram e Taremi. E il nome preferito da Inzaghi e dirigenza è quello di Albert Gudmunsson del Genoa. I rapporti tra le due società sono ottimi. E per questo, si vuole provare a trovare l’incastro giusto per poter capire la fattibilità dell’affare. I rossoblù accetterebbero una formula di prestito con obbligo di riscatto a determinate condizioni, magari inserendo un giovane. I nerazzurri sarebbero ben disposti a venire incontro alle richieste economiche del Genoa che valutano il ragazzo 30 milioni. Ma la concorrenza è ampia e per poter affondare il colpo sull’islandese è necessaria, soprattutto, una condizione: la partenza di Marko Arnautovic.

La soluzione per le liste: il ritorno di un canterano che ha già vinto lo scudetto in nerazzurro

C’è poi anche da considerare la possibilità di aggiungere un ragazzo cresciuto nel vivaio nerazzurro e con esperienza in Serie A. E, sotto questo aspetto, Andrea Pinamonti potrebbe fare al caso della squadra nerazzurra. L’arciere di Cles, è passato al Sassuolo due stagioni fa e, in questa stagione, è retrocesso in Serie B con la squadra neroverde. I suoi numeri, a dispetto di una stagione non esaltante della squadra emiliana, però, sono molto indicativi, dal momento che, dopo Scamacca, è il giocatore italiano ad aver segnato più gol in Serie A con ben 11 realizzazioni. Insomma, un profilo che potrebbe essere utile sotto tanti aspetti, sia per presenza in zona gol che per le liste.

Jonathan David piace, ma non rientra nella lista dei preferiti di Marotta e Ausilio

Andando fuori dai confini nazionali, un nome che piace è quello di Jonathan David. L’attaccante canadese, è uno dei punti fermi del Lille, specie in zona gol. Ma benchè sia un giocatore apprezzato, il suo profilo non rimane tra i preferiti. Infatti, la dirigenza nerazzurra non lo ritiene del tutto adatto, per caratteristiche, alla rosa nerazzurra. Il vantaggio, sicuramente, è una scadenza di contratto a breve termine. Infatti, David, ha il contratto in scadenza il 30 giugno del 2025. Il ragazzo potrebbe lasciare la Francia a prezzo di saldo, cosa sempre tenuta molto in considerazione da Marotta e Ausilio che hanno a che fare con possibilità economiche elevate.

L’opzione giovane che piace sia alla dirigenza che ai tifosi: Valentin Carboni in rampa di lancio

L’ultima opzione da tenere in considerazione è quella del giovane Valentin Carboni. L’argentino classe 2005 si è messo in mostra da sotto età con la maglia del Monza nella scorsa stagione. Il ds nerazzurro, Piero Ausilio, ha parlato di lui facendo intendere che possa rientrare nella rosa della prossima stagione, anche se si valuta anche un possibile prezzo. Ma le sirene del mercato per lui suonano. A gennaio sono state rifiutate offerte importanti per lui da Fiorentina, West Ham e Valencia. In estate qualche squadra tra quelle già menzionate potrebbe tornare alla carica. Marotta e Ausilio potrebbero prendere in considerazione una cessione solo per una cifra intorno ai 30 milioni di euro. Ma la sua candidatura per la prossima stagione va tenuta in considerazione.