Inter, non solo Taremi: Marotta punta Gudmunsson e due ex

Gudmunsson Inter

Gudmunsson nel mirino. Il mercato dell’Inter passa inevitabilmente dalla scelta dell’attaccante. Perchè Simone Inzaghi preme per avere un quarto attaccante che, non solo possa ricoprire un ruolo importante nella rosa nerazzurra, visti i tanti impegni, ma che possa sopperire senza problemi alla eventuale mancanza di uno dei due titolari. La dirigenza interista, con Marotta in testa, si guarda intorno e cerca di trovare il profilo più adatto al tecnico interista. Inzaghi che, dal canto suo, ha le idee chiare su chi puntare.

Gudmunsson resta il preferito: l’Inter cerca la quadra con il Genoa, ma ad una condizione

Il primo giocatore nella lista di Marotta e Ausilio per rinforzare l’attacca è senza dubbio Albert Gudmunsson. L’attaccante islandese, è il preferito sia di Inzaghi che della dirigenza, per la sua capacità di essere bravo sottoporta, di essere ottimo nel saltare l’uomo, ma anche di aiutare la squadra in fase difensiva. La concorrenza non manca, ma i nerazzurri cercano la quadra con il Genoa. La squadra ligure, infatti, valuta il ragazzo circa 30 milioni e sarebbe aperta a venire incontro all’Inter con una formula che prevede il prestito con diritto di riscatto, che diventa l’obbligo al sorgere di alcune condizioni facilmente raggiungibili. Ma l’operazione potrà essere imbastita solamente ad una condizione: la partenza di Marko Arnautovic. L’attaccante nerazzurro, infatti, sarebbe ingombrante da tenere in rosa sia per quanto riguarda una questione economica, sia di ingaggio, sia di presenza nello spogliatoio.

Gudmunsson e non solo: Marotta verso la scelta

Nel caso in cui, come detto, Arnautovic non dovesse partire, ecco che il reparto d’attacco sarebbe al completo. La dirigenza potrebbe pensare all’inserimento di una quinta punta e, in quel caso, si troverebbe ad un bivio. Infatti, Marotta e Ausilio, dovrebbero optare sicuramente per un elemento giovane oppure cresciuto nel vivaio. E in quest’ultimo caso le opzioni non mancano, visto che Carboni è tenuto in ottima considerazione, anche se può partire con un’offerta da 30 milioni di euro.

Anche due ex nel mirino

Bisogna tenere in considerazione le candidature di Andrea Pinamonti, retrocesso con il Sassuolo e che potrebbe arrivare a costi bassi (possibile anche un prestito stagionale), ma anche quella di Federico Bonazzoli, che dopo tanto girovagare, tornerebbe a vestire la maglia della società che lo ha cresciuto. Nomi utilissimi anche perchè cresciuti nel vivaio nerazzurro, per il rispetto delle quote imposta dall’Uefa.