FeaturedInter News

Aggiornamento Vrsaljko. Il dolore al ginocchio persiste

Sime Vrsaljko ha dovuto lasciare il terreno di gioco per problemi al ginocchio

Pubblicità

Per Vrsaljko saranno necessari gli accertamenti strumentali

Al 20′ del primo tempo si consuma il fattaccio che ha coinvolto Sime Vrsaljko. Il terzino destro dell’Inter, in campo con la nazionale croata contro la Spagna nella seconda partita di Nations League, si accascia a terra e sente forti dolori al ginocchio sinistro. Dopo l’intervento dei medici della nazionale croata le facce si sono rabbuiate. Il massaggiatore dei balcanici fa segno alla panchina che è necessario il cambio. Presto fatto. Vrsaljko esce camminando, accompagnato da medico e massaggiatore, al suo posto Rog, centrocampista del Napoli adattato nel ruolo del nerazzurro.

Leggi anche  Luciano Spalletti, oggi alle ore 15.00 sarà in Conferenza Stampa da Appiano

Durante l’intervallo i rumors dicono di un Vrsaljko fortemente contrariato. La prima diagnosi è di fastidio al collaterale mediale del ginocchio sinistro. Per capire l’entità dell’infortunio il croato dovrà fare rientro subito a Milano e sottoporsi agli accertamenti strumentali. Solo dopo questi sarà possibile fare una diagnosi più precisa sia dell’entità dell’infortunio, sia sui tempi di recupero.

Inutile nascondersi. L’infortunio di Sime Vrsaljko è una tegola per Luciano Spalletti. Il tecnico di Certaldo ha centellinato il terzino destro croato, facendolo giocare un’ora contro il Torino. Fuori alla prima con il Sassuolo e, soprattutto, non rischiato contro il Bologna per timore di ricadute ai fastidi muscolari lamentati. Ha accettato la convocazione in nazionale ed è stato dichiarato dallo staff medico croato abile e arruolabile.

Leggi anche  TMW Inter, Darmian: "Juventus corazzata, Napoli cresciuto. Mourinho...

La coperta dell’Inter, non solo in campionato ma, soprattutto, in Champions League, si accorcia più di quanto giù fosse corta. L’assenza probabile di Vrsaljko alla prima giornata del girone di Champions League contro il Tottenham costringerà Spalletti a disporre di D’Ambrosio e Asamoah. Nessun altro visto che Dalbert è fuori lista. Un bel guaio che potrebbe indurre il tecnico nerazzurro ad adottare un modulo diverso dal 4-2-3-1, magari con la difesa a tre e un centrocampo più folto. Tutto o quasi dipenderà dalle condizioni fisiche dei nerazzurri, soprattutto dei reduci dalle nazionali.

Leggi anche  Emery tuona sugli scontenti: "I giocatori hanno sempre saputo che...
error: All rights reserved
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker