Ausilio Inter, il DS nerazzurro ha due possibilità per ricavare plusvalenze

Ausilio Inter, il DS nerazzurro ha due possibilità per ricavare plusvalenze

Ausilio Inter, le plusvalenze una priorità

Ausilio Inter, dopo aver messo a segno già 3 colpi, di cui 2 senza esborso monetario per i cartellini (Asamoah e De Vrij), adesso i nerazzurri dovranno cedere. Cessioni che serviranno ad arginare gli obblighi con l’Uefa.

“Due settimane fa, Luciano Spalletti spiegò chiaramente di non aver condiviso la scelta di individuare come obiettivo stagionale la qualificazione alla Champions, visto che il mercato, disse il tecnico, non era stato coerente con quella missione. Condiviso o no, la realtà è che il tecnico di Certaldo quell’obiettivo, indispensabile, l’ha raggiunto. Ci si è aggrappato con tenacia, se l’è preso al fotofinish: il finale di Lazio-Inter è la splendida metafora di una intera stagione. Ma ora?”.

Questo è quello che si domanda il Corriere dello Sport che poi continua:

“Il ds Ausilio ha due strade. Ripetere l’impresa fatta un anno fa, quando chiuse con un +30 cedendo un po’ di giovani e capitalizzando al massimo l’affare Caprari con la Samp; oppure rinunciare subito a un big, con una lista ristretta a pochissimi nomi. Tra i quali Skriniar, per il quale però l’Inter ha respinto già offerte molto importanti, volendo comunque dare un segnale di continuità”. 

Insomma, l’obiettivo è incassare senza cedere alcun big.