FeaturedInter News

Ausilio suona la carica: messaggio chiaro del ds

Il direttore sportivo, suona la carica ai microfoni di Rai Radio 1

A poche ore dal successo ottenuto sul campo del Chievo Verona nella 34^ giornata della Serie A TIM 2017-2018, il direttore sportivo nerazzurro Piero Ausilio è intervenuto ai microfoni della trasmissione Radio 1.

Ecco le sue parole riportate da Inter.it “Ieri abbiamo fatto una grandissima partita, abbiamo sofferto un po’ gli ultimi cinque minuti, ma è stata una vittoria meritata e importante. È normale fare fatica, bisogna lottare su tutti i campi, ogni domenica. Perisic-Icardi? È una coppia straordinaria, insieme a Immobile-Luis Alberto credo sia la migliore della Serie A”.

Tante domande anche sui singoli: Karamoh? Siamo contenti di lui. Come tutti i giovani ha avuto bisogno di un po’ di tempo per imporsi. L’anno scorso ha fatto molto bene in Francia e siamo stati bravi a prenderlo tramite il lavoro dei nostri osservatori.

Il mister ha lavorato tantissimo sulla sua crescita e adesso stiamo iniziando a raccogliere i frutti. Dalbert? Non sta giocando solo per i meriti di Cancelo e D’Ambrosio.

Purtroppo ci sono solo due posti liberi sulle fasce, quindi gli altri devono stare fuori ma non necessariamente per demerito. Cancelo? Fa parte del progetto, lo dimostra il fatto che abbiamo preteso un’opzione al momento dell’acquisto e che il giocatore ha firmato un contratto di 5 anni. Siamo stra soddisfatti anche perché è cresciuto tantissimo con Spalletti. A fine stagione faremo tutte le valutazioni del caso, ma la decisione spetta solo a noi”.

“Stagione positiva, con Spalletti la squadra è migliorata sotto tanti aspetti. La Champions sarebbe il coronamento del nostro percorso”

Quindi, sul futuro legato all’obiettivo Champions: “Spalletti è il nostro presente e il nostro futuro, indipendentemente dal nostro piazzamento. Le ultime partite saranno importanti perché potrebbero permetterci di proseguire il nostro percorso che centrando la Champions sarebbe bellissimo.

L’Inter, al di là dell’aspetto economico, per prestigio deve ambire sempre alla massima competizione europea, ma la squadra è migliorata sotto tanti aspetti con il lavoro del mister e del suo staff. Quest’anno sono state fatte bene tante cose, ovviamente possiamo migliorare ma è stata messa una base solida”.

Chiusura dedicata al big match in programma sabato sera a San Siro: “Contro la Juventus sarà una sfida difficile perché è una squadra forte, che difficilmente sbaglia due partite consecutive. Troveremo un avversario determinato, ma anche noi siamo in salute e cercheremo di fare una grande prestazione, come abbiamo fatto finora in tutti i big match. Lazio e Roma stanno andando forte, sarà una battaglia fino all’ultimo minuto ma noi siamo pronti”.

Leggi anche  Inter: Sabatini tenta un altro colpo alla Skriniar, ecco il nome

Potrebbe interessarti anche...

error: All rights reserved
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker