Inter News

Biasin salva solo un nerazzurro, il giornalista duro con i singoli

Il giornalista di Libero, intervenuto a Telelombardia, critica molti calciatori

Pubblicità

Biasin: “Oggi si è salvato solo un nerazzurro”

Fabrizio Biasin, appena intervenuto a Telelombardia, dice la sua sulla sconfitta dell’Inter ad opera del Parma. “L’unico calciatore che per me merita la sufficienza è Brozovic. L’ho visto presente in tutte le zone del campo. La sua crescita è costante così come il suo rendimento. Ad oggi rimane il giocatore dell’Inter che dimostra di lavorare bene in mezzo al campo“.

Leggi anche  Mercato Inter, ecco due alternative ad Eliaquim Mangala

Se Biasin ha parole al miele per il croato, non la pensa allo stesso modo per il resto della squadra puntando il dito su alcuni big che hanno steccato le prime quattro partite di campionato. “Uno dei giocatori che mi è piaciuto di meno è Skriniar. La scorsa stagione lo slovacco appariva più sicuro e dava maggiori certezze a tutto il reparto difensivo. Paradossalmente questi calciatori rendevano meglio la scorsa stagione quando l’Inter poteva contare su un gruppo ristretto di 14 elementi. Oggi gente come Skriniar o come Perisic appare meno responsabilizzata perchè pensa che anche se non gioca bene c’è sempre qualcuno che lo può sostituire e migliorare il gioco”.

Leggi anche  Nainggolan Inter, parla Materazzi: "Vi spiego tutto sul caso e non solo..."

Quella di Fabrizio Biasin è certamente un’analisi interessante in una giornata in cui tutte le critiche sono piovute addosso a Luciano Spalletti. Il giornalista di Libero non lo cita ma nel momento in cui afferma che alcuni giocatori sembrano essere più molli “denuncia” un atteggiamento negativo della squadra e un’impronta che il tecnico non è riuscito a dare. Ad oggi l’inter ha bisogno di crescere tantissimo e la strada è completamente in salita.

Leggi anche  Inter Torino, le formazioni ufficiali: per Spalletti varie "new entry"

Fonte Telelombardia

error: All rights reserved
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker