Candreva, l’esterno italiano rifiuta di essere la contropartita per Suso

Candreva, l’esterno italiano rifiuta di essere la contropartita per Suso

Le ultime su Antonio Candreva

Si è parlato molto, in questi giorni, di un possibile affare tra Inter e Milan comprendente Suso. I nerazzurri avevano pensato di offrire Candreva più un conguaglio economico, ma l’ex Lazio si è rifiutato.

“Di sicuro, di questa storia, agli atti restano un paio di punti fermi. Primo: il gradimento intorno a Suso da parte dell’Inter c’è, e non certo da pochi giorni. Risale alla scorsa estate, come poi svelato dallo stesso spagnolo nel corso dell’ultima stagione. E lo stesso Spalletti ne apprezza la caratteristiche che in qualche modo gli ricordano quelle del Salah romanista. Secondo: se il nome dell’attaccante è uscito in un incontro tra l’agente e Ausilio, vuol dire che il futuro di Suso è tutt’altro che scontato. Ma questo all’Inter al momento interessa meno. Suso costa 38 milioni oppure molti di più, dipende da chi si fa avanti. Se l’interessato arriva dall’estero è giusto agevolare la trattativa: in questo caso vale il prezzo scritto sulla clausola rescissoria, appunto 38 milioni di euro”.

Questo è quanto scritto dalla Gazzetta dello Sport che poi continua:

“Se invece arriva dall’Italia tanta cortesia non sarà usata: il prezzo non vale per il Napoli, la prima tra le italiane a farsi avanti, e a maggior ragione non vale per l’Inter che per formalizzare un’offerta deve al massimo attraversare la città. Non vale, in generale, per tutte le italiane che dovessero pensare di proporsi: la clausola rescissoria, inserita a settembre scorso al momento del rinnovo del contratto, parla solo lingue straniere e non comprende l’italiano”.

error: A causa degli innumerevoli casi di furto dei nostri contenuti siamo stati costretti a disabilitare questa funzione.