Inter News

(CdS) Inter, Antonello sbotta dopo i fatti di Inter-Juve. Le sue parole

Inter, Antonello senza freni

L’ Inter ancora non ha digerito la prestazione arbitrale di Daniele Orsato. A dimostrazione di ciò, ci sono le dichiarazioni rilasciate ieri dall’amministratore delegato Alessandro Antonello. Dichiarazioni dure e pesanti nei confronti della Juventus, avversaria nella sfida di sabato sera. Le sue parole rilasciate ieri a InterTV, canale tematico ufficiale, sono state riprese dall’edizione odierna del Corriere dello Sport.

Eccole: «Abbiamo deciso di parlare solo oggi (ieri, ndr) per evitare di fare commenti a caldo, influenzati dalle emozioni del momento. Abbiamo rivisto tutti gli episodi e non riusciamo a spiegarci come mai nel corso della stessa partita siano stati usati due pesi e due misure completamente diversi. Nel mondo del calcio molte cose stanno cambiando, purtroppo sembra che alcune di queste rimangano invariate. Noi comunque siamo orgogliosi della nostra storia».

Leggi anche  CdS| Spalletti ci crede, la Champions è ancora possibile.

E poi ancora: «Sono successe cose inaccettabili e siamo arrabbiatissimi. Il club merita rispetto e lo meritano anche i nostri tifosi. Quello che è successo è sotto gli occhi di tutti, è stato visto da 80 mila spettatori allo stadio, da 170 paesi collegati e 700 milioni di persone. Sicuramente non è stato uno spot positivo per il calcio italiano. Anzi, forse è stata una eurofiguraccia». Parole dure che certificano la rabbia della società nerazzurra per l’arbitraggio di Orsato.

Leggi anche  Barella, ex DS Cagliari svela: "Ecco quando cederei Nicolò"

Bisogna reagire

L’ Inter però non deve abbattersi e mollare dopo quello che è successo sabato. Anzi, deve ripartire più forte di prima. Le partite rimaste sono poche e non deve permettere alle romane di fuggire via. L’obiettivo è ridurre il gap con la Lazio a 3 punti in modo da giocarsi tutto all’Olimpico l’ultima giornata.

In tal senso sono da registrare le dichiarazioni con le quali Antonello ha chiuso la sua intervista: «Abbiamo perso una battaglia, probabilmente non solo per colpa nostra. Ma vogliamo vincere la nostra guerra sportiva, per noi e per i nostri tifosi. Non ci sarà assolutamente un calo di tensione, i ragazzi hanno dimostrato sul campo quello che sanno fare. Sono dei grandi professionisti, ci aspettiamo una pronta reazione. L’obiettivo rimane immutato e lo dimostreremo domenica prossima contro l’Udinese. Siamo tutti uniti e concentrati affinché si possa raggiungere l’obiettivo stagionale, ovvero la Champions League».

Leggi anche  Miranda e Icardi, ecco quanto staranno fuori i due nerazzurri

Potrebbe interessarti anche...

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker