Champions, l’Uefa corre ai ripari ed anticipa l’arrivo del VAR?

Champions, l’Uefa corre ai ripari ed anticipa l’arrivo del VAR?

Champions – Usata in Italia già dalla scorsa stagione, la VAR l’anno prossimo avrebbe dovuto fare il proprio esordio anche nella massima competizione continentale. Vero che il nuovo protocollo limita di molto la possibilità di utilizzo da parte dell’arbitro, ma resta comunque uno strumento utile a diminuire il numero di errori.

Dopo il macroscopico errore commesso ieri durante la partita tra Manchester City e Shaktar, l’UEFA, secondo quanto riporta la BBC, sta pensando di anticipare l’utilizzo già alla fase finale di questa edizione di Champions League. L’errore è stato chiaro a tutti. Il giocatore inglese, nel tentativo di battere a rete, calcia il terreno e cade in area. L’arbitro, posizionato dietro i giocatori, assegna, sbagliando, il rigore.

Champions, inserimento immediato della VAR, ma cambia il protocollo?

Bene dunque l’inserimento immediato della tecnologia come ausilio per gli arbitri anche nella massima competizione europea. Ci sarebbe però da sistemare anche il protocollo di utilizzo della stessa. In Italia si è visto che il cambiamento ha portato non pochi problemi. La possibilità di intervento solo con chiaro ed evidente errore ha limitato di parecchio l’utilizzo della tecnologia.

Certo la possibilità di avere la VAR aiuterebbe gli arbitri e garantirebbe regolarità alle partite disputate nella competizione più famosa e seguita del mondo.