Champions, le italiane sperano nel poker agli ottavi: la situazione

Champions, le italiane sperano nel poker agli ottavi: la situazione

Quattro italiane agli ottavi è uno scenario che ha tutte le probabilità di avverarsi a 180’ dalla fine.

Chi l’avrebbe mai immaginato al sorteggio di Montecarlo? Il Napoli, stretto tra Liverpool e Psg, sembrava messo male, almeno ripensando a quello di Sarri, timido in Europa. E anche l’Inter non poteva dimenticare che il Tottenham aveva conteso gli ultimi quarti alla Juve. Invece le italiane sono vicine al poker che manca dal 2002-03, «mitica» Champions in cui la finale fu Milan-Juve, l’Inter semifinalista sconfitta nel derby e soltanto la Roma fuori nella seconda fase (a gruppi, non a eliminazione diretta).

Il tabellone degli ottavi si è quasi formato

Questa è la Champions «4X4», più bella e combattuta delle ultime: però il quadro degli ottavi sembra già abbastanza delineato. A parte il Barça, aritmeticamente qualificato, c’è un bel gruppo di squadre che ha il passaporto in tasca: Borussia e Atletico (gruppo A), Porto (D), Bayern (E), City (F), Roma e Real Madrid (G) e Juve (H). Dovrebbe capovolgersi il mondo per non vederle al sorteggio del 17 dicembre. Inoltre a Inter, Schalke, Lione, United e Ajax manca poco. In pratica restano in ballo due posti: quelli del gruppo del Napoli, il più equilibrato.

Quattro italiane agli ottavi di Champions

Ancelotti ha il destino nelle sue mani: se adesso batte la Stella Rossa (alla portata), e il Psg non vince con il Liverpool, è fatta. Fin qui il Napoli è stato superiore ai francesi e anche agli inglesi negli scontri diretti. La Roma ha quasi chiuso il conto dopo Mosca: basta un pari a Plzen all’ultima e sono ottavi, anche perdendo in casa col Real. Capitolo Juve: dal «missione compiuta» al ribaltone.

Ma giocando in casa col Valencia, e poi sul campo dello Young Boys, non si vede come possa mancare l’obiettivo. Infine l’Inter: ci sta perdere sul campo del Tottenham, ma poi riceve il Psv, mentre gli inglesi vanno al Camp Nou.

Vantaggio per le prime del girone, l’Inter e il Napoli sfavoriti

Quello che conta, adesso, è capire chi vincerà i gruppi e chi sarà secondo in vista del sorteggio degli ottavi: niente derby, niente scontri tra chi viene dallo stesso gruppo e, appunto, prime contro seconde. Meglio non fare previsioni e auspici perché il discorso è ancora complicato in almeno quattro gironi. Meno bene il ranking: italiane sempre, e tranquillamente, terze, ma dopo Juve-United più lontane dagli inglesi (-0,6).