FeaturedInter 1908

Chievo colpevole, ma è la solita sentenza all’italiana: ridicola!

Arrivata oggi la sentenza sul caso plusvalenze fittizie

Chievo – Continua inesorabile la perdita di credibilità del calcio italiano e della sua giustizia. Dopo la questione della fascia in onore di Davide Astori, conclusasi per fortuna a favore dei viola, e la possibilità della candidatura di Marotta alla presidenza della FIGC, arrivano altri due casi spinosi. E’ di ieri lo sfogo del presidente del Palermo, Maurizio Zamparini.

I siciliani la scorsa stagione hanno perso la finale dei play off contro il Frosinone. Il ritorno è però stato viziato, secondo il patron rosanero e non solo, da comportamenti decisamente anti sportivi dei ciociari. Il tutto si è risolto in un nulla di fatto e ieri il presidente è sbottato. Vogliamo la Serie A al posto del Frosinone o 50 milioni di risarcimento danni.

Leggi anche  Inter-Torino, Cairo: "Sfida impegnativa. Dovremo giocarcela..."

Questa la richiesta, per certi versi legittima, del club siciliano. Oggi invece è arrivata la sentenza per le plusvalenze fittizie del Chievo Verona. La procura FIGC aveva chiesto 15 punti di penalizzazione, da scontare in questo campionato e 36 mesi di inibizione per il presidente Campedelli. La sentenza dell’implacabile giustizia sportiva invece è stata: 3 punti di penalizzazione e 3 mesi di inibizione.

Leggi anche  Calciomercato Inter: trattativa ai dettagli per l'esterno

Intendiamoci non ce l’abbiamo col Chievo in quanto tale o solo perchè è una piccola realtà e per alcuni di poco valore. Noi vorremmo solo che le sentenze fossero proporzionate all’illecito. Dare solo 3 punti di penalizzazione è come non punire una società. Sarebbe stato meglio a questo punto non prendere alcun provvedimento, si sarebbe fatta una figura decisamente migliore.

Leggi anche  Live| Luciano Spalletti in conferenza stampa pre Udinese vs Inter

Questo atteggiamento lassista potrebbe creare un precedente pericoloso. Ogni società potrebbe sentirsi autorizzata a fare ciò che vuole, violando le regole, tanto poi sa che non sarà punita o avrà una punizione lieve e di poco conto. Il calcio italiano merita di avere una federazione e delle istituzioni adeguate.

Potrebbe interessarti anche...

error: All rights reserved
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker