Con Marotta il popolo nerazzurro sogna grandi nomi

Con Marotta il popolo nerazzurro sogna grandi nomi

Marotta e le risorse economiche di Zhang, un binomio che porterà l’Inter ai vertici del calcio. Adesso è lecito sognare

Il CdA del F.C. internazionale S.p.A. di oggi segnerà una svolta epocale per il club di Corso Vittorio Emanuele. Con la presidenza Zhang jr il management nerazzurro avrà un ingresso importante, quello di Giuseppe Marotta, e una redistribuzione dei ruoli. L’inter, a giugno, sarà fuori dal settlement agreement stipulato diversi anni fa da Thohir con la U.E.F.A. e che ha segnato il mercato della storia recente nerazzurra. Ciò significa che dall’estate prossima l’Inter potrà operare liberamente sempre nel rispetto dei paletti del FFP, ma lo farà come qualunque altro club.

L’insediamento di Beppe Marotta come amministratore delegato dell’Inter non è casuale. Il potentissimo dirigente ha un’esperienza quarantennale nel mondo del calcio e, soprattutto negli ultimi dieci anni, ha avuto contatti con i maggiori club europei, con i più importanti procuratori e calciatori. Azzardare delle mosse di mercato, oggi, è assolutamente controproducente. Certo è che il lavoro svolto da Marotta in questi anni potrà essere sfruttato dall’Inter in maniera decisa.

Non è un azzardo pensare che a giugno, ad esempio, l’Inter si possa tuffare tranquillamente su Federico Chiesa, che ha già espresso il suo gradimento per la destinazione nerazzurra e, soprattutto, beneficia di forti legami tra il padre e l’ex dirigente juventino. Così come non è una chimera l’arrivo di Guindogan, ex Borussia Dortmund, e attualmente centrocampista del Manchester City di Guardiola. Insomma non vi sarà più timore dei grandi club europei come PSG, Barcellona, Manchester United e Real Madrid proprio perchè il brand Inter è cresciuto in modo esponenziale.

In questi anni di sofferenza l’Inter è stata chiamata a ripianare un buco di bilancio spaventoso, a rispettare le regole del FFP dell’Uefa e a tentare di mettere su una squadra degna di poter arrivare in Champions League. Inutile negare che il percorso è stato difficilissimo ma virtuoso e ha portato a dei frutti importanti. Adesso è arrivato il momento di raccoglierli e, per questo motivo, il Consiglio di Amministrazione di oggi sarà epocale per la storia dell’Inter.