Inter News

Dal digiuno al Jolly ideale per Spalletti, ecco di chi si tratta

Antonio Candreva dal digiuno al jolly perfetto per Spalletti

Spalletti sorride. Dal digiuno lungo un campionato al gol al primo tiro dell’anno, la rinascita di Antonio Candreva.

Dalle incomprensioni con i tifosi all’esultanza travolgente sotto la curva piena di tifosi nerazzurri al Dall’Ara. La storia di Antonio Candreva è cambiata in 190 secondi, tra il 78’ e l’82’ della sfida di sabato sera contro il Bologna.

Candreva rinato contro il Bologna

Il 31enne esterno romano ha preso il posto di Keita, ha spazzato via un pallone dalla sua area, si è esibito in una scivolata su Helander, poi ecco il piatto destro su assist di Perisic che ha battuto Skorupski e messo al sicuro la prima vittoria dell’Inter.

Candreva dalla cessione al goal che riporta fiducia

Ci ha messo la bellezza di 504 giorni Candreva a sbloccarsi (non segnava dal derby del 15 aprile 2017), e il gol – alla 300esima partita in Serie A – è stato come una scossa elettrica. Da festeggiare con il pallone sotto la maglietta, per la dedica al figlio che Antonio e la fidanzata Allegra avranno molto presto.

Leggi anche  Milan Inter, tensione alle stelle tra le due società per la data di recupero

A fine giugno è arrivato Matteo Politano, romano come Antonio ma con più qualità e più gol nei piedi (anche se Candreva ha un record di 12 reti stagionali con la Lazio nel 2013-2014); ad agosto è arrivato anche Keita, ingolfando ancora di più il già affollato reparto esterni.

Dal partire al jolly per Spalletti

Ecco perché si pensava che alla fine Candreva sarebbe andato via. Aveva anche dato l’ok a passare al Monaco, ma quando si è parlato di trasferimento in prestito tutto è saltato.

E Antonio ha continuato alla Pinetina, conscio del fatto che con tre competizioni da giocare ci sarà spazio anche per lui, che all’Inter è legato fino al 2021 con un ingaggio da 3 milioni di euro.

Leggi anche  Lele Adani: "Ecco cosa ha causato questo piccolo al calo al Napoli"

La convinzione di Spalletti, Candreva migliore in campo

L’87 nerazzurro torna a respirare profumo di Europa: solo qualche settimana fa infatti l’Inter gli aveva comunicato che non sarebbe stato inserito nella lista per la Champions League, necessario operare tagli in ottica Fair Play Finanziario, ma le ultime dichiarazioni di Luciano Spalletti sembrano aver ribaltato la situazione. “Non ho ancora detto nulla alla squadra.

Dietro le scelte ci sono dei paletti in base a quanto sono costati i giocatori, agli anni di militanza qui. Candreva, poi, non può essere messo in discussione perché era dentro l’Europa League due anni fa”, ha dichiarato il tecnico di Certaldo dopo la vittoria di Bologna, segnale di come l’aria sia cambiata.

Pastorello rilancia Candreva

Una vera e propria rivincita per Candreva, che dedica il gol alla compagna incinta e ribadisce il proprio amore per la maglia senza alcun rancore per le critiche dell’ultimo anno. Più polemico il tono invece del suo agente Federico Pastorello, che sui social punge i tifosi e non solo:

Leggi anche  Mourinho, rissa sfiorata con Julio Cesar. Il portiere: "Arrivati faccia a faccia"

“Questa è la riprova che Candreva non è forte ma FORTISSIMO!!! Ed alla faccia di tutti quelli che non credevano in lui ad inizio stagione … che questo goal sia, come tutti gli altri che farà durante l’anno quando gli verrà data occasione di giocare, un bel pugno in faccia!”.

La strada per tornare protagonista sarà lunga e complicata, la lotta per una maglia titolare lo vede partire alle spalle di Politano, Perisic e Keita, ma a Bologna uno primo squillo: Candreva si è ritrovato, ora vuole riprendersi l’Inter.

Potrebbe interessarti anche...

error: All rights reserved
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker